Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Si droga e ha le allucinazioni, ucciso dalla polizia

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MIAMI – Giovane si fa di marijuna sintetica e, in auto con i genitori, ha le allucinazioni e tenta di gettarsi fuori dall’auto. La madre chiama la polizia e gli agenti lo uccidono con il taser. E’ morto così Chase Sherman, 32 anni, americano della Florida. 

Nel novembre del 2015 stava tornando da Santo Domingo, dove aveva partecipato al matrimonio del fratello, in auto con i genitori e la fidanzata, Patti Galloway. Arrivati in Georgia, non lontano da Atlanta, Chase ha avuto delle allucinazioni dopo aver preso della marijuana sintetica. Ha iniziato a urlare e a spaventare i genitori, così la madre ha chiamato la polizia. Al telefono ha detto al 911 di temere che il figlio potesse ucciderli.

“Era disorientato, non sapeva dove si trovava e voleva saltare giù, ha poi provato a giustificarsi il padre di Chase, Kevin Sherman. Non riuscivamo a tenerlo fermo e quindi abbiamo deciso di lanciare un allarme per chiedere assistenza medica”.

La polizia ha subito mandato un’auto. Ma quando gli agenti sono arrivati non sono riusciti a far calmare Chase. Lo hanno ammanettato e lo hanno ripetutamente colpito con la pistola taser per quindici volte. Fino a quando si sono resi conto che il giovane non respirava più.

A quel punto, anziché preoccuparsi dell’uomo che avevano ucciso, si sono messi a parlare di quel che sarebbe accaduto loro, paventando il licenziamento. Tutto questo, intanto, veniva ripreso dalla bodycam di uno degli agenti. E adesso, sei mesi dopo quei fatti, quel video è stato pubblicato da alcuni media americani e postato anche su YouTube, e mostra gli ultimi terribili momenti di vita di Chase Sherman.

Immagine 1 di 5
  • YOUTUBE Si droga e ha le allucinazioni, ucciso dalla polizia6
Immagine 1 di 5

 

 


TAG: , ,

PER SAPERNE DI PIU'