blitztv

YOUTUBE Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva, nipotino di due anni muore

  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva3
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva2
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva7
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva6
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva5
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva4
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva8
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva3
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva2
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva7
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva6
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva5
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva4
  • Sparatoria in strada in diretta su Facebook: zia si salva8

CHICAGO – Una donna di 20 anni e incinta di quattro mesi,  era alla guida della sua auto a Chicago con il fidanzato e il nipotino di due anni seduto sul sedile posteriore. La giovane stava trasmettendo in diretta Facebook e cantava una canzone hip-hop. In quel momento, la donna è stata colpita da un auto e presa di mira da un uomo armato  che l’ha crivellata di colpi.

Breunna Devonte, questo il nome della donna, è riuscita a scappare fuori dall’auto malgrado fosse stata colpita allo stomaco. Purtroppo Levontay, il nipotino di soli due anni, è morto sul colpo così come il fidanzato della ragazza. A quanto pare, era il fidanzato di Breunna l’obbiettivo del killer che appartiene ad una gang rivale.

La donna è ricoverata in ospedale e si salverà. Fortunatamente a salvarsi sarà anche il piccolo che porta in grembo. Il video, oltre che su Facebook, è stato pubblicato anche su YouTube ed è sconsigliato ad un pubblico sensibile. 

To Top