Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Stephen Hawking: “La Terrà si distruggerà fra 1000 anni”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

NEW YORK – All’umanità restano solo mille anni di tempo sulla Terra, poi ci sarà la distruzione: per questo gli esseri umani dovranno costruire una astronave e trasferirsi su un altro pianeta. La previsione apocalittica è stata fatta dallo scienziato della teoria del tutto, Stephen Hawking, il quale, parlando alla Oxford University, ha detto anche che il pianeta è destinato alla fine a causa dei cambiamenti climatici e di altri pericoli di cui non si è ancora a conoscenza.

Hawking ha poi suggerito che l’unica alternativa è quella di cercare un altro pianeta dove andare a vivere. “Dobbiamo espanderci nello spazio – ha detto – o su altre stelle, in questo modo un disastro sulla terra non significherebbe la fine della razza umana”.

Nel suo lungo discorso, lo scienziato premio Nobel ha spiegato l’importanza delle esplorazioni spaziali per il futuro dell’intera umanità:

“La Terra morirà tra 1000 anni, e abbiamo questo lasso di tempo per trovare una nuova casa. Rimanere sul nostro pianeta più a lungo, infatti, comporterebbe il grande rischio di un’altra estinzione di massa come quella dei dinosauri.In questo caso, però, riguarderebbe quella del genere umano.Non credo che sopravviveremo oltre 1.000 anni senza fuggire dal nostro fragile pianeta”.

Hawking ha anche avvertito che la fine della Terra può essere accelerata dal genere umano se non si fermerà l’inquinamento e lo sfruttamento delle risorse del pianeta.

Secondo lo scienziato,

“lasciare il pianeta Terra è la nostra migliore speranza per la sopravvivenza.La chiave sarà tuttavia sopravvivere al prossimo secolo”.

 


PER SAPERNE DI PIU'