Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Terremoto nelle case: ecco quanto è stato forte

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

AMATRICE – Una nottata davvero tragica e dolorosa per tutti i paesi direttamente colpiti, ma anche di paura per i centri abitati situati nei pressi dell’epicentro del terremoto che ha devastato l’Italia centrale. Questa registrazione delle telecamere a circuito chiuso di un’abitazione è stata pubblicata su Facebook e mostra gli effetti del terremoto a poca distanza dall’epicentro. Folignano, piccolo comune in provincia di Ascoli Piceno, dista infatti appena 35 km da Amatrice.

Intanto si indaga sui materiali usati per le costruzioni (cemento, sabbia, mattoni) ma anche sulle procedure seguite nella realizzazione degli edifici più recenti, come la scuola di Amatrice e il campanile di Accumoli, crollati o lesionati dal sisma del 24 agosto: si occuperà di tutto questo l’inchiesta aperta dalla Procura di Rieti.

Il fascicolo c’è, al momento, però, non ci sono nomi diindagati, né sequestri. C’è anche un’ipotesi di reato,disastro colposo, alla quale, se emergeranno responsabilità specifiche, potrà aggiungersi anche quella di omicidio colposo.

Accanto a quella di Rieti, c’è una seconda inchiesta, anche questa per ora senza indagati, aperta dalla Procura di Ascoli Piceno per il fronte marchigiano del terremoto. Nelle due Procure per ora si continua a lavorare per l’identificazione delle vittime, ma è scontato che, dopo questa prima fase, le inchieste entreranno nel vivo: con i primi sequestri, sulla base delle acquisizioni già in corso da parte della polizia giudiziaria, e con l’obiettivo di accertare i motivi dei crolli che hanno determinato la morte di tante persone.

Initialize ads


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'