blitztv

YOUTUBE Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali

  • Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali
  • Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali 3
  • Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali 2
  • Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali
  • Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali
  • Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali 3
  • Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali 2
  • Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali
Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali

Winona Ryder premiata, le sue espressioni facciali sono virali

LOS ANGELES – Winona Ryder vince il premio per il miglior cast in “Stranger Things”ai Screen Actors Guild Award (SAG Awards). L’attrice riceve il premio insieme all’attore David Harbour che sul palco si lascia andare ad un discorso emozionante e coinvolgente.

Winona è al suo fianco e commenta le parole di Harbour con espressioni esagerate che hanno già fatto il giro del web diventando virali. Nella serie, la Ryder interpreta la madre di un bambino scomparso che continua a comunicarle da unmondo parallelo. Nessuno, inizialmente, le dà credito facendola apparire come pazza.

Winona Ryder ha ottenuto la fama internazionale nei primi anni Novanta con film quali “Edward mani di forbice” e “Sirene”, per il quale riceve la sua prima nomination ai Golden Globe. L’apice del successo arriva con “Dracula” di Bram Stoker  nel 1992,  e “L’età dell’innocenza” nel 1993, che la premia con il Golden Globe per la migliore attrice non protagonista e riceve la sua prima nomination al Premio Oscar e ai BAFTA. Per la sua performance di Jo March nel remake di “Piccole donne” del 1994 riceve la sua seconda nomination agli Oscar, la prima come miglior attrice.

La Ryder ha inoltre partecipato a numerosi film di successo, come protagonista in “Schegge di follia” (1989), “Giovani, carini e disoccupati “(1994), “La seduzione del male” (1996) e “Ragazze interrotte” (1999), e con ruoli di secondo piano in “Beetlejuice – Spiritello porcello” (1988), “La casa degli spiriti” (1993), “Alien – La clonazione” (1997), “Celebrity” (1998), “Star Trek” (2009) e ” cigno nero” (2010). Nel 2000 riceve la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame (foto Ansa).

To Top