Blitz quotidiano
powered by aruba

“Alexis Arquette viveva come uomo quando è morta per le complicazioni dell’Aids”

LOS ANGELES – Alexis Arquette “viveva come uomo prima di morire per le complicazioni dell’Aids all’età di 47 anni”: lo ha rivelato al tabloid americano RadarOnline Robert Dupont, ex fidanzato dell’attore americano.

 

“Alexis stava vivendo con l’Aids, aveva un tumore inoperabile e aveva anche sviluppato un’infezione che aveva raggiunto il fegato e si stava diffondendo in tutto il corpo”, ha raccontato Dupont, già grande amico di Andy Warhol e frequentatore assiduo dello Studio 54 di New York, che con Arquette ebbe una lunga relazione negli anni Novanta.

Dupont ha confermato che l’attore e amico è stato messo in coma indotto prima di morire. “Stava lavorando come un artista e viveva in una casa del Fondo per gli Attori a West Hollywood per persone con Hiv e Aids. Odiava quel posto. Per di più le persone facevano uso di droghe e alcolici nel suo appartamento, e lui detestava tutto questo. Non ha mai abusato dell’alcol né ha mai fatto uso di droghe”.

 

Dupont ha anche spiegato che la famiglia di Alexis gli aveva offerto di vivere con loro, ma lui voleva essere indipendente.

Dopo la morte di Alexis, lo scorso sabato 10 settembre, Dupont ha postato sul web una foto dell’attore come uomo. Alexis era infatti nata uomo, nel 1969, con il nome di Robert, ma nel 2006 aveva scelto di diventare donna con il nome, appunto, di Alexis. Non è chiaro quando abbia deciso di tornare uomo, come testimonierebbero le foto di Dupont. Secondo Radar Online quella foto di Alexis-uomo, con una t-shirt azzurra, capelli biondo platino corti e occhiali da sole, è l’ultima dell’artista.

 

 

 

 

 

 


PER SAPERNE DI PIU'