Blitz quotidiano
powered by aruba

Brad Pitt, Angelina Jolie si affida a Laura Wasser, la regina dei divorzi di Hollywood

LOS ANGELES – Nel divorzio da Brad Pitt, Angelina Jolie si affida a Laura Wasser, figlia d’arte e avvocata più famosa di Hollywood, con alle spalle le separazioni di Stevie Wonder, Britney Spears, Jennifer Garner, Johnny Depp e persino quella tra la stessa Jolie e Billie Bob Thornton nel 2003. A 850 dollari l’ora, spiega Katia Riccardi su Repubblica, garantisce privacy, correttezza e sconsiglia recidive.

Nel suo studio legale Wasser, Cooperman & Mandles fondato nel 1984, Laura Wasser ha gestito anche le separazioni di Melanie Griffith da Antonio Banderas, di Ashton Kutcher da Demi Moore, di Denise Rics da Charlie Sheen, di Ryan Reynolds da Scarlett Johansson.

Wasser, 48 anni, è stata eletta tra i 100 Power Lawyers del mondo e tra le 50 California’s Top Women Attorneys.

Il suo segreto per garantirsi una tale clientela? Mantenere i clienti lontani dai riflettori, soprattutto se ci sono bambini coinvolti, ha spiegato al Guardian Stacy Phillips, altra avvocatessa divorzista che lavora nello stesso studio di Beverly Hills, che al quotidiano britannico spiega:

“Laura è un avvocato brillante. La amano i clienti, l’apprezzano i colleghi. La sua reputazione è giustificata”.

Ha due figli, Luke e Jack, avuti – lei che di lavoro si occupa di divorzi – da due compagni che non ha mai sposato. Per quanto le riguarda, del matrimonio dice: “C’è chi può essere monogamo e chi no, per quanto mi riguarda considero il matrimonio un contratto e non voglio che delle firme interferiscano sui miei affari personali”.

Già il padre si occupò di gestire i divorzi di veri e propri divi come Clint Eastwood e Steven Spielberg, fino a quello di Tom Cruise e Katie Holmes. E Laura Wasser sa che di fronte al divorzio uomini e donne, vip e comuni cittadini, ricchi e poveri sono tutti uguali:

“Che si tratti di qualcuno che sta per percorrere il tappeto rosso degli Oscar o di chi sta solo per entrare alla festa di Natale in ufficio, l’espressione sul volto che hanno quando varcano la porta del mio studio, è identica”.

Ai suoi clienti ricorda che la legge in California prevede che la metà dei beni acquistati dopo le nozze vada al coniuge e risolve nove casi su dieci a porte chiuse con un accordo tra le parti, consiglia la custodia congiunta e, sottolinea Riccardi su Repubblica, se qualcuno le chiede di distruggere il partner, lo mette garbatamente alla porta.

 

Immagine 1 di 20
  • Brad Pitt e Angelina Jolie pronti ad adottare un altro figlio
Immagine 1 di 20

PER SAPERNE DI PIU'