Blitz quotidiano
powered by aruba

Brad Pitt, test antidroga volontario: “Sono un buon padre”

ROMA – Brad Pitt, test antidroga volontario: “Sono un buon padre”. L’ultima indiscrezione sulla clamorosa separazione dei Bradangelina, la coppia più famosa di Hollywood, riguarda Brad Pitt: l’attore si è sottoposto volontariamente a un test dell’urina per dimostrare che non assume stupefacenti e soprattutto che è un padre affidabile.

La notizia è riportata dal sito specializzato Tmz, lo stesso dello scoop della richiesta di divorzio da parte di Angelina Jolie e quello dei presunti “abusi fisici e verbali” nei confronti dei sei figli (di cui tre adottivi) della sua famiglia allargata durante un viaggio sull’aereo personale il 14 settembre scorso

In particolare – e sarebbe questa la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso della pazienza della Jolie – le accuse riguardano un’aggressione al figlio quindicenne Maddox dopo un litigio, appunto sul jet privato che riportava la famiglia in America dalla Francia.

Sottoporsi al test antidroga è la prima mossa di un determinato Pitt per conservare la custodia dei figli e non rovinare la sua reputazione, a rischio dopo le voci che lo dipingono come schiavo della bottiglia e innamorato della marijuana.

Una fonte molto vicina all’attore avrebbe anche rivelato a ‘People’ che Pitt “sta prendendo la questione molto seriamente e continua a ribadire di non aver commesso nessun abuso nei confronti dei suoi figli”. Un’altra fonte ha aggiunto che, sebbene “il caso sia ancora aperto”, Pitt è “stato interrogato e si è offerto di cooperare totalmente volontariamente”. (Huffington Post)