Blitz quotidiano
powered by aruba

Dana Giacchetto è morto: fu il vero Wolf of Wall Street

NEW YORK – Dana Giacchetto, 53 anni, ex broker di molte star di Hollywood è stato il vero Wolf of Wall Street: a lui era ispirato il personaggio interpretato da Leonardo DiCaprio nel film di Martin Scorsese. Giacchetto è stato trovato morto domenica nel suo appartamento a New York, nell’Upper West Side. Secondo quanto riporta il New York Daily News ad ucciderlo sarebbe stato un weekend di stravizi e party sfrenati, tra alcol e droghe.

Giacchetto aveva 53 anni ed era finito sotto i riflettori negli anni 90 proprio per la sua amicizia con Leonardo Di Caprio. Insieme organizzavano sfarzosissime feste a cui erano invitate celebrità del mondo del cinema, della moda e della finanza. E’ così che è diventato il consulente finanziario di star come Winona Ryder, Matt Damon, Ben Affleck, Cameron Diaz e Kate Moss.

La sua vita però è andata in frantumi nel 2000, quando è stato arrestato per una maxi frode da 9 milioni di dollari e condannato a quattro anni di carcere. Nel 2014 un altro arresto per aver rubato una carta di credito con la quale aveva acquistato alcol, cibo e un biglietto aereo.

Tra i clienti a cui Giacchetto avrebbe sottratto denaro c’erano gli amici delle feste: Cameron Diaz, Alanis Morisette, Tim Roth e Ric LaGravenese. Avrebbe usato delle azioni per dissimulare la scomparsa di altre, con la sua società era riuscito a evadere i controlli della finanza anche quando gli assegni portavano il nome di personalità del calibro di Ben Stiller.

Il giorno in cui è finito in galera la maggior parte degli amici facoltosi gli ha voltato le spalle. Tranne Leo DiCaprio. Giacchetto lo chiamava “il mio fratellino“. La notte degli Oscar del 1998, mentre Titanic conquistava 11 statuette, i due erano insieme a festeggiare in un loft di New York.

Immagine 1 di 5
  • Dana Giacchetto è morto: fu il vero Wolf of Wall Street05
Immagine 1 di 5