Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Golden Globe a Morricone. Tarantino dice: “Grazie”

Il trionfo del musicista italiano Ennio Morricone. Tarantino ritira il premio per "lui e per la moglie", dice "grazie" in italiano e lo paragona a Mozart

LOS ANGELES – Il musicista italiano Ennio Morricone ha vinto il Golden Globe per la Miglior colonna sonora, per le sue musiche del film ‘The Hateful Eight’ di Quentin Tarantino. Il regista ha ritirato il premio al posto del compositore, ringraziando in italiano Morricone e la moglie.

“E’ una cosa fantastica: capite che Ennio Morricone è il mio compositore preferito? E non intendo un compositore qualunque, intendo uno come Mozart, come Beethoven, come Schubert”: così il regista Quentin Tarantino ritirando il Golden Globe per la migliore colonna sonora andato al compositore italiano per le sue musiche in ‘The Hateful Height’.

“Morricone non ha mai vinto un premio per uno dei film che ha fatto; ha vinto in Italia, ma mai qui in America e voglio ringraziarlo: a 87 anni ha realizzato una fantastica colonna sonora e finalmente vinto un premio prestigioso”, ha detto il regista. Tarantino ha poi concluso parlando in italiano, salutando e ringraziando anche la moglie di Morricone.

Niente premio per Jane Fonda-Paolo Sorrentino. Jane Fonda non ‘regala’ un Golden globe a Paolo Sorrentino. Candidata come miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione in ‘Youth – La giovinezza’ del regista italiano, l’attrice è stata sconfitta da Kate Winslet per il suo ruolo in ‘Jobs’, il film con Michael Fassbender sulla vita di Steve Jobs.

Tutto a rilento per motivi di sicurezza. Le massicce misure di sicurezza hanno rallentato gli arrivi per la 73ma edizione della cerimonia di consegna dei Golden Globes a Los Angeles, con un affollamento di limousine e suv presso il Beverly Hilton Hotel che ospita l’evento.    Quest’anno i veicoli a bordo dei quali arrivano vip e celebrita’ devono essere controllati uno ad uno. Il dispositivo di sicurezza e’ visibile, con la presenza attorno all’hotel di numerosi esponenti di piu’ agenzie di polizia tra cui l’Fbi e l’impiego di diversi cani poliziotto.