Cinema

James Cameron critica Wonder Woman: “Un passo indietro”

James Cameron critica Wonder Woman: “Un passo indietro”

James Cameron critica Wonder Woman: “Un passo indietro”

ROMA – James Cameron pensa che “il successo di Wonder Woman sia sbagliato. E’ un’icona trasformata in oggetto”. Il regista, in un’intervista concessa al Guardian esprime la sua opinione su Wonder Woman, considerato il film dell’anno e su Rotten Tomatoes attualmente al 92%, e ritiene che il personaggio di Gal Gadot, non sia così innovativo o complesso, tale da meritare tanti riconoscimenti: 800 miliardi incassati in tutto il mondo.

“Questo autocompiacimento, questo scambiarsi le pacche sulle spalle a Hollywood quando si parla di Wonder Woman è sbagliato. E’ un’icona diventata un oggetto: sono gli uomini di Hollywood che fanno sempre la stessa cosa”, scrive il Los Angeles Times.

Il regista sostiene che “Wonder Woman” rappresenti “un passo indietro” rispetto al personaggio di Sarah Connor in “Terminator”, diretto proprio da Cameron.

“Sarah Connor non era un’icona di bellezza, era forte, era in difficoltà, una madre terribile, e si è guadagnata il rispetto del pubblico con la grinta e per me il beneficio di personaggi come Sarah è palese. Voglio dire, metà del pubblico è composto da donne!”, ha detto Cameron.

Le osservazioni del tre volte vincitore dell’Oscar hanno provocato commenti al veleno su Twitter, gli utenti hanno considerano deludenti i commenti del regista e citato i poco brillanti precedenti con le donne.

To Top