Blitz quotidiano
powered by aruba

Johnny Depp vampiro per Tim Burton in “Dark Shadows

ROMA – Figlio artificiale e sensibile con 'mani di forbice', regista cult super low-budget, voce di aspirante marito per sposa cadavere, barbiere-assassino seriale-vendicatore, Willy Wonka, Cappellaio matto. Sono solo alcuni dei ruoli in cui il regista piu' visionario di Hollywood, Tim Burton, ha voluto in oltre 20 anni di sodalizio il suo attore feticcio Johnny Depp. Per l'ottavo film insieme il divo diventa un vampiro alla prese con la propria disfunzionale famiglia di discendenti, nell'horror gotico con tocchi di commedia Dark Shadows, adattamento dall'omonima serie tv in onda negli Usa da meta' anni '60 ai primi anni '70 (1225 episodi). L'uscita e' fissata sia in Italia che negli Usa per l'11 maggio.

Il regista, che nel 2012, sara' in sala anche con Frankenweenie, film in stop motion tratto dal suo corto cult del 1984, su un bambino novello Dr. Frankenstein che riporta in vita l'amato cagnolino, e' da sempre un grande fan di Dark Shadows. ''Mi piaceva perche' era soprattutto una bizzarra storia di famiglia, a cui si aggiungevano degli elementi soprannaturali'' ha spiegato nelle prime interviste Burton, celebrato negli ultimi mesi da una grande mostra, che dopo New York, Los Angeles, Melbourne e Toronto e' arrivata alla Cinemateque Francaise di Parigi.

Oltre a Depp (reduce dal flop di The Rum Diary e da poco sul set del western Il cavaliere solitario, bloccato la scorsa estate per il budget troppo alto, ora ridimensionato) e la musa/compagna di Burton Helena Bonham Carter, altra star del ricco cast e' Michelle Pfeiffer, gia' voluta dal regista 20 anni fa per Catwoman in Batman – Il ritorno. Fra gli interpreti anche Eva Green, Chloe Moretz, Johnny Lee Miller e Jackie Earle Haley.

Protagonista della storia e' Barnabas Collins (Depp), trasformato in vampiro e seppellito vivo dalla fidanzata strega gelosa Angelique (Eva Green) nel 1752. Liberato per caso, dopo oltre 200 anni, nel 1972, Barnabas si deve confrontare con i suoi problematici discendenti, guidati dalla matriarca Elizabeth Collins Stoddard (Pfeiffer), alle prese con ogni sorta di segreti e eventi soprannaturali, tanto che si rende necessario l'aiuto fisso di una psichiatra, Julia Hoffman (Bonham Carter).

Nonostante l'uscita di Dark Shadows sia solo fra due mesi, la Warner e Burton stanno tenendo alta la curiosita' non diffondendo ancora nessun trailer ma solo le foto di scena da cui emerge l'atmosfera dark condita da humour nero. ''Con Tim siamo stati d'accordo nel mantenere molti aspetti creati sull'immagine del personaggio da Jonathan Frid (che appare nel film in un cameo, con altri protagonisti della serie, ndr), suo interprete in tv, che guardavo da bambino – ha spiegato Johnny Depp a Mtv -. Voglio esaltare soprattutto l'aspetto classico e poetico che c'e' nella storia di questo vampiro che torna al mondo dopo 200 anni''.

Burton ha spiegato che ''nel cast alcuni conoscevano la serie, altri no ma erano tutti pronti a ricreare lo spirito stravagante che c'era in Dark Shadows, quel bizzarro senso di elevato melodramma… E' stato difficile spiegarlo a parole. C'era una strana seriosita' ma era anche divertente in modo non proprio buffo. Abbiamo dovuto percorrere la nostra strada e trovare il tono giusto''.


*campi obbligatori