Blitz quotidiano
powered by aruba

Oscar: tutti i vincitori. DiCaprio e Morricone, finalmente

LOS ANGELES – Oscar 2016: tutti i vincitori. Finalmente DiCaprio-Morricone. Ennio Morricone trionfa nella notte degli Oscar. Dopo cinque nomination andate a vuoto e un Oscar alla carriera nel 2007 il maestro ottantasettenne ha finalmente conquistato la statuetta per la colonna sonora di un film, il western politico di Quentin Tarantino The Hateful Eight. Standing ovation per il musicista italiano che è salito sul palco accompagnato dal figlio Giovanni, ha abbracciato Quincy Jones (che lo ha chiamato “fratellino”) e, profondamente commosso, ha detto:

“Buonasera signori, ringrazio l’Academy per il prestigioso riconoscimento. Il mio pensiero va agli altri candidati e in particolare allo stimato John Williams. Non c’è musica importante se non c’è un grande film che la ispiri, ringrazio quindi Quentin Tarantino per avermi scelto e il produttore Harvey Weinstein e tutta la troupe del film. Dedico questa musica e questa vittoria a mia moglie Maria”.

Leonardo DiCaprio alla quinta nomination (come attore e una come produttore) ha finalmente agguantato la statuetta e, quasi imbarazzato per il grande applauso, ha ricordato il lavoro degli altri nominati, ha salutato Tom Hardy che ha definito “un fratello”, ha ringraziato il regista e il direttore della fotografia e non ha perso l’occasione per parlare del tema che ha più a cuore: l’ambientalismo. “Nel 2015 siamo dovuti andare al Polo Sud per trovare la neve. Il cambiamento climatico sta minacciando la specie umana. Dobbiamo lavorare insieme e smetterla di posticipare, smetterla di sostenere leader che parlano per chi inquina ma non per gli indigeni che saranno toccati da questi cambiamenti. – ha detto – Non diamo per scontato questo pianeta come io non davo per scontata questa serata”.

L’Oscar come miglior attrice, come da previsioni, è andato a Brie Larson per la sua performance in Room. Ha battuto Cate Blanchett di Carol, Jennifer Lawrence di Joy, Charlotte Rampling di 45 anni e Saoirse Ronan di Brooklyn. “Wow, grazie all’Academy. Quello che mi piace veramente del cinema è quante persone siano coinvolte”, ha detto Brie Larson ringranziando tutto il cast del film.

Come Miglior regista per il secondo anno consecutivo è stato scelto a Alejandro Gonzalez Iñarritu che con la statuetta per Revenant diventa il terzo regista della storia dell’Academy a vincerne due consecutivi. Sul palco il regista messicano ha detto: “Questa è un’opportunità per la nostra generazione di liberarci di tutti i pregiudizi, il colore della nostra pelle è irrilevante come il colore dei nostri capelli”. Stesso destino per il suo grande amico Emmanuel Lubezki detto “el Chivo che ha vinto la terza statuetta consecutiva per la Miglior fotografia in Revenant di Alejandro Gonzalez Iñarritu.

Ecco tutti i premi:

MIGLIOR FILM: Spotlight.
MIGLIOR REGIA: Alejandro Gonzales Inarritu.
MIGLIOR ATTORE: Leonardo DiCaprio.
MIGLIOR ATTRICE: Brie Larson.
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Mark Rylance.
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Alicia Vikander.
MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE: Spotlight.
MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: La Grande Scommessa.
MIGLIOR FILM STRANIERO: Figlio di Saul.
MIGLIOR FILM ANIMAZIONE: Inside Out.
MIGLIOR FOTOGRAFIA: The Revenant.
MIGLIOR SCENOGRAFIA: Mad Max: Fury Road.
MIGLIOR MONTAGGIO: Mad Max: Fury Road.
MIGLIOR COLONNA SONORA: Ennio Morricone (The Hateful Eight).
MIGLIOR CANZONE: Writing’s on the Wall (Spectre).
MIGLIORI EFFETTI SPECIALI: Ex Machina.
MIGLIOR SONORO: Mad Max: Fury Road.
MIGLIOR MONTAGGIO SONORO: Mad Max: Fury Road.
MIGLIOR COSTUMI: Mad Max: Fury Road.
MIGLIOR TRUCCO: Mad Max: Fury Road.
MIGLIOR DOCUMENTARIO: Amy.
MIGLIOR CORTO DOCUMENTARIO: A Girl in the River: the price of
forgiveness.
MIGLIOR CORTO: Stutterer.
MIGLIOR CORTO D’ANIMAZIONE: Bear Story.

Immagine 1 di 7
  • YOUTUBE Leonardo DiCaprio vince Oscar, la sua reazione 07
Immagine 1 di 7