Blitz quotidiano
powered by aruba

Sharon Stone: “Dopo l’aneurisma è stato come tornare in paradiso…”

ROMA – Sharon Stone, l’attrice diventata famosa per il film Basic Instinct, nel 2001, all’età di 43 anni, venne colpita da un’emorragia cerebrale subaracnoidea, che la lasciò incapace di parlare e camminare, costringendola a imparare nuovamente tutto da capo, come fosse ancora una bambina. “Mi sono resa conto di morire – continua la Stone- e avevo questo gigantesco vortice di luce bianca sopra di me e ad un tratto sono stata innalzata all’interno di questa luce gloriosa e ho cominciato a vedere alcuni miei amici, persone che mi erano molto, molto care e che erano tutte morte, che mi hanno portato in alcuni posti sia qui che nell’aldilà. Ma è stato tutto molto veloce e all’improvviso ero tornata nuovamente nel mio corpo”.

La diva di Hollywood racconta così la sua esperienza extrasensoriale in seguito all’emorragia che ha cambiato completamente il suo modo di pensare alla vita e soprattutto alla morte: “La mia vita non potrà più essere la stessa. Adesso non ho più paura di morire – racconta infatti la Stone – e mi sento anche di dire che la morte è un dono e che quando ti arriva vicino e la senti che è lì accanto a te, è una cosa grandiosa e che ti dà un incredibile senso di benessere, non qualcosa di cui avere timore”.