Blitz quotidiano
powered by aruba

Nato. Sltoltenberg, rapporti Russia con rispetto

"Abbiamo bisogno di avere una relazione con la Russia che sia basata sul rispetto reciproco. Non c'è contraddizione tra aumentare la forza della Nato e impegnarci con la Russia. In realtà è solo essendo forti che possiamo sviluppare una relazione costruttiva e cooperativa". Lo afferma il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, nell'introduzione del Rapporto 2015 dell'Alleanza.

BELGIO, BRUXELLES – “Abbiamo bisogno di avere una relazione con la Russia che sia basata sul rispetto reciproco. Non c’è contraddizione tra aumentare la forza della Nato e impegnarci con la Russia. In realtà è solo essendo forti che possiamo sviluppare una relazione costruttiva e cooperativa”.

Lo afferma il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, nell’introduzione del Rapporto 2015 dell’Alleanza, presentato giovedi a Bruxelles sottolineando che l’anno scorso “ha dimostrato come l’insicurezza all’esterno colpisce direttamente la sicurezza interna”.

Stoltenberg sottolinea anche che l’invito al Montenegro per l’ingresso nella Nato “manda il chiaro segnale che le porte dell’Alleanza restano aperte”. Guardando all’anno trascorso, il segretario generale sottolinea il rafforzamento della difesa a est, “abbiamo triplicato la forza di risposta Nato dove “stiamo realizzando otto nuovi quartier generali”.

Guardando al fianco sud, la Nato “lavora anche più strettamente” con Iraq, Giordania, Tunisia, Marocco e Mauritania con programmi di addestramento.