Blitz quotidiano
powered by aruba

Irlanda. Cominciate elezioni, c’è rischio ingovernabilità

Sono aperti da venerdi mattina i seggi per le elezioni politiche in Irlanda che appaiono essere le più imprevedibili degli ultimi tempi. Il rischio ingovernabilità è infatti molto alto, visto che difficilmente il Fine Gael del premier Enda Kenny e i laburisti, riuniti in una coalizione di governo che ha sottoposto il Paese ad anni di austerity ma anche favorito la ripresa economica, riusciranno a conquistare la maggioranza.

GB, LONDRA  – Sono aperti da venerdi mattina i seggi per le elezioni politiche in Irlanda che appaiono essere le più imprevedibili degli ultimi tempi.

Il rischio di ingovernabilità è infatti molto alto, visto che difficilmente il Fine Gael del premier Enda Kenny e i laburisti, riuniti in una coalizione di governo che ha sottoposto il Paese ad anni di austerity ma anche favorito la ripresa economica, riusciranno a conquistare la maggioranza.

Oltre tre milioni di cittadini sono chiamati ad eleggere i 157 rappresentanti della Dail Éireann, la camera bassa irlandese. I seggi chiuderanno venerdi sera alle 22 (le 23 in Italia) e lo scrutinio dei voti inizierà sabato, quando verranno pubblicati gli exit poll che potranno dare una prima idea sui risultati ottenuti dai diversi schieramenti.

Data l’alta probabilità che si arrivi ad un ‘hung parliament’, un parlamento senza una maggioranza in grado di formare un governo, si prospettano lunghi e difficili colloqui fra le forze politiche per creare una coalizione.