Blitz quotidiano
powered by aruba

Guardia Auschwitz scoperta a 93 anni muore prima di processo

FRANCOFORTE – Guardia del campo di concentramento di Auschwitz viene scoperta a 93 anni e muore poche settimane prima del processo. Ernst Tremmel era accusato della morte di oltre mille persone detenute nel campo di sterminio polacco in cui lui lavorò dal novembre del 1942 al giugno del 1943 come guardia delle SS.

Il suo processo si sarebbe dovuto tenere in un tribunale della città tedesca di Hanau, vicino a Francoforte, proprio in questi giorni, ma Tremmel è morto prima di poter andare alla sbarra davanti ai sopravvissuti di Auschwitz, sentiti come testimoni.

“Tutti gli appuntamenti legati a questo processo sono stati annullati”, ha fatto sapere in un comunicato il tribunale regionale di Hanau, senza specificare la causa di morte di Tremmel.

L’uomo aveva servito nell’unità Totenkopf delle SS in cui si gestiva l’arrivo dei prigionieri nel campo di Auschwitz. Era accusato di coinvolgimento diretto in almeno tre spostamenti di prigionieri, da Berlino, dalla città francese di Drancy e da quella olandese di Westerbortk.

“Almeno mille e 75 deportati vennero uccisi crudelmente subito dopo il loro arrivo nel campo della Polonia occupata”, avevano spiegato i giudici di Hanau lo scorso febbraio, annunciando l’imminente processo che non si terrà più.

All’epoca dei fatti contestati Tremmel aveva tra i 19 e i 20 anni: per questo motivo avrebbe dovuto essere processato da un tribunale minorile, nonostante adesso ne avesse ormai 93.

Le basi legali per processare gli ex criminali nazisti sono cambiate nel 2011 con la condanna, in Germania, di John Demjanjuk, guardia del campo di Sobibor. 

 

Tremmel era uno dei 14 sospettati di un’inchiesta tedesca partita nel febbraio del 2014 per identificare gli ultimi responsabili dell’Olocausto ancora in vita.

Lo scorso luglio Oskar Groening, soprannominato “il contabile di Auschwitz”, è stato condannato a quattro anni di prigione per concorso nell’omicidio di 300mila persone nel campo.

Oltre un milione di ebrei europei morirono nel campo di sterminio di Auschwitz tra il 1940 e il 1945 prima della liberazione da parte delle forze armate dell’Unione Sovietica.

 


PER SAPERNE DI PIU'