Blitz quotidiano
powered by aruba

Belgio. Protesta controllori volo, sospeso traffico aereo

BELGIO, BRUXELLES – Il traffico aereo da e per l’aeroporto internazionale di Bruxelles è sospeso. Brussels Airport ha comunicato su Twitter che “attualmente non è possibile il controllo aereo”, che Belgocontrol sta “cercando soluzioni possibili” ed invita i passeggeri a contattare le linee aeree per informazioni.

La tv pubblica Rtbf indica che due voli (uno in partenza da Bruxelles, l’altro da Madrid per la capitale belga) sono già stati annullati.

Lo spazio aereo belga è virtualmente chiuso, secondo il sito Air Live. E’ il risultato della decisione della associazione dei controllori di volo (Bgatc) di “darsi malati” a causa di un accordo sull’età di pensionamento che è stato denunciato da uno dei sindacati, Csc-Transcom, che peraltro non ha ancora annunciato ufficialmente azioni. Una riunione è in corso.

Secondo quanto riferiscono i media belgi attualmente sono sospesi tutti i voli in partenza e arrivo dagli aeroporti di Zaventem (colpito dall’attentato del 22 marzo e riaperto solo il 3 aprile, pur con capacità ridotta al 20%) e Charleroi (da cui operano Ryanair ed altre compagnie low cost). All’origine della disputa, l’accordo siglato oggi tra Belgocontrol – la società di gestione del controllo aereo in Belgio – per l’innalzamento a 58 anni della soglia minima per la cosiddetta ‘disponibilità’.

L’accordo è stato approvato solo da una delle tre principali sigle sindacali, la Fgtb, mentre le altre si sono riservate una valutazione più approfondita. In compenso l’associazione Bgatc, che secondo Le Soir rappresenta un terzo degli effettivi, ha invitato i suoi associati a darsi malati.

“Si dichiarano inadatti a fare il loro lavoro. Era un’azione in atto da un certo tempo, ma ora che è stato fatto l’accordo sociale è stata intensificata” , ha detto la portavoce di Belgocontrol, Dominique Dehaene. Poco prima delle 18 Brussels Airport ha comunicato che “tra le 17.45 e le 19.45 sarà possibile solo un numero limitato di voli”.