Blitz quotidiano
powered by aruba

Brexit. Weber, ”Con Londra basta solo un anno di negoziati”

BELGIO, BRUXELLES -“Bisogna che i negoziati per l’uscita della Gran Bretagna comincino immediatamente. E che durino un anno, non due. Non accetteremo certo che abbiano inizio a ottobre, dopo la nomina di un nuovo premier a Londra”.

Lo afferma Manfred Weber, capogruppo del Partito popolare europeo all’Europarlamento e consigliere della cancelliera Merkerl, in un’intervista al Corriere della Sera dopo il voto sulla Brexit.

Parlando di Cameron, Weber afferma che “avendo perso, si è dimesso come fa un leader. Ma, ha rilevato, prima, per anni, ha usato il metodo del dare addosso alla Ue per la sua carriera personale, senza mai spiegare alla gente che cos’era veramente l’Unione”.

“Adesso l’Unione Europea è a un bivio: deve riformarsi, scegliere fra cambiamento e distruzione”, aggiunge, e la stabilità “in questo momento, dev’essere la nostra prima preoccupazione”.

Weber ritiene che il parlamento europeo, “unico organismo eletto direttamente dai cittadini europei”, debba avere “più influenza e leadership sulle decisioni”, quindi “è urgente trovare un nuovo modo per, come dire, ‘parlamentarizzare’ il funzionamento dell’Unione Europea”.