Blitz quotidiano
powered by aruba

Alex Unussich, triestino, muore per una scheggia di vetro in camping in Croazia

ZAGABRIA – Drammatico incidente in un campeggio in Croazia. Un uomo di Trieste di 44 anni, Alex Unussich, è morto dopo essersi tagliato la gola con una scheggia di vetro partita da una porta rotta nei bagni comuni del camping Mon Perin a Bale (Valle in italiano), vicino a Pola, in Istria.

Giovedì sera, 18 agosto, l’uomo stava aprendo una porta scorrevole in vetro all’ingresso delle docce comuni nel bagno del campeggio quando il vetro si è rotto e una grossa scheggia lo ha ferito al collo. L’uomo ha perso moltissimo sangue ed è morto sul posto. Gli operatori del pronto soccorso che sono intervenuti hanno tentato di rianimarlo, ma è stato tutto inutile. La ferita era così profonda che hanno solo potuto constatare il decesso di Unissich. La polizia sta cercando di capire come sia potuto avvenire l’incidente mortale.

La notizia è riferita dal quotidiano Trieste Prima, che pubblica anche le foto della vetrata del bagno, e spiega:

Il personale medico ha cercato di rianimare l’uomo, ma a causa della gravità delle lesioni, non è stato possibile ed è stato constatato il decesso.

Il corpo è stato trasportato al Dipartimento di Patologia di Pula General Hospital, per eseguire l’autopsia. Gli agenti di polizia croata stanno conducendo un’indagine in collaborazione con l’ufficio del procuratore competente volta a stabilire tutte le circostanze del caso.


PER SAPERNE DI PIU'