Blitz quotidiano
powered by aruba

Amber Rudd, ministro inglese con le società alle Bahamas….

LONDRA La carriera della ministra inglese Amber Rudd è nel mirino dopo la scoperta di una società, con sede in un paradiso fiscale, della quale la titolare del dicastero degli Interni, è stata amministratrice.

Alcuni documenti top secret hanno svelato che prima di iniziare la carriera politica, la Rudd era coinvolta in due società alle Bahamas, accusate dalle autorità di non agire con trasparenza e, in aggiunta, di evasione fiscale.

Il nome della Rudd appare in un fascicolo di documenti trapelati, dove vengono nominate 175.000 società alle Bahamas.  All’inizio di quest’anno, scrive il Daily Mail, la ministra del Governo conservatore difese l’ex primo ministro David Cameron circa un suo investimento in un fondo off-shore costituito alle Bahamas dal suo defunto padre Ian. A quel tempo, non menzionò il proprio coinvolgimento professionale in fondi di investimento off-shore, ma disse che “la trasparenza internazionale in materia fiscale è essenziale”.

Il partito laburista, ha commentato che il ministro degli Interni dovrebbe rivelare la sua “vera immagine” per quanto riguarda i rapporti d’affari. Alistair Buchanan, ex socio d’affari della Rudd, ha detto in un’intervista alla BBC che il fondo venne istituito alle Bahamas per alcune normative, più che per ragioni fiscali. Ha poi aggiunto: “Al tempo non era possibile configurare tali fondi, adesso si”. Il portavoce della ministra, qualche giorno fa, ha cercato di mettere a tacere le polemiche affermando che “la carriera nel mondo degli affari, prima di entrare in politica, è cosa nota a tutti”.