Cronaca Europa

Amburgo, allarme all’aeroporto. Oltre 50 persone intossicate: scalo chiuso per un’ora FOTO

  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate1
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate8
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate5
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate4
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate3
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate2
  • Amburgo, evacuato aeroporto: oltre 50 persone intossicate
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate1
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate8
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate5
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate4
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate3
  • Amburgo, allarme all'aeroporto. Oltre 50 persone intossicate2
  • Amburgo, evacuato aeroporto: oltre 50 persone intossicate

AMBURGO – L’aeroporto di Amburgo è stato riaperto ai passeggeri dopo che si era resa necessaria, a seguito della fuoriuscita dall’impianto di climatizzazione, l’evacuazione completa dello scalo e lo stop al traffico aereo.

Oltre 50 persone sono infatti rimaste intossicate, in seguito allo sprigionamento di una sostanza per ora ignota che, stando alle prime ricostruzioni, sarebbe uscita dagli impianti di climatizzazione. Le persone colpite hanno accusato tosse, occhi
rossi e lacrimanti, e problemi di respirazione. In qualche caso, qualche passeggero è stato portato in pronto soccorso.

Dopo la chiusura dello scalo, verso le 12,30, tutte le persone sono state portate in sicurezza, come ha spiegato un portavoce della polizia federale, e sono entrati in azione quasi un centinaio di soccorritori. Dopo un’ora, una parte dell’aeroporto è stata riaperta.

Il quotidiano Die Welt parla di “un incidente”. Nella zona in cui vengono controllati i passeggeri e i bagagli a mano, sono stati avvertiti dei “cattivi odori”.

Secondo i vigili del fuoco a provocare i malori sarebbe stata una sostanza fuoriuscita dall’impianto di condizionamento dell’aria dei terminal 1 e 2 dell’aeroporto Plaza. Gli stessi vigili hanno allestito nello scalo diverse postazioni di emergenza per il trattamento di chi si è sentito male.

Lo scalo è stato aperto dopo esser rimasto chiuso per poco meno di un’ora (foto Ansa).

 

To Top