Cronaca Europa

Antinori, indagata l’infermiera spagnola che lo accusa: “Ha mentito”

Antinori, indagata l'infermiera spagnola che lo accusò: "Ha mentito"

MILANO – Indagata l’infermiera che accusa Antinori di averle sottratto degli ovuli. Ci sono “profondi dubbi sulla presunta sottrazione di ovuli” all’infermiera spagnola contestata a Severino Antinori, arrestato lo scorso maggio, e “sulla denunciata costrizione della donna sul lettino”. Lo scrive il gip Luigi Gargiulo, disponendo di indagare la giovane per false informazioni a pm e proseguire le indagini (sentendo un teste) dopo che i legali del ginecologo, Carlo Taormina, Tommaso Pietrocarlo e Claudio Romano, hanno denunciato la donna per calunnia. La Procura invece aveva chiesto di archiviare le indagini.

Intanto il tribunale del riesame di Milano ha ordinato il dissequestro degli embrioni presi dai carabinieri del Nas il 13 ottobre dello scorso anno nella clinica Matris.

“Il tribunale del riesame – ha commentato l’avvocato Carlo Taormina, uno dei difensori del noto ginecologo – bacchetta per la seconda volta la procura di Milano. È una persecuzione che deve finire nei confronti della procreazione assistita”.

Di persecuzione parla lo stesso Antinori: “Si è trattato di un provvedimento abnorme ed ora io sono preoccupato per lo stato di conservazione degli embrioni. Se risultassero danneggiati – ha concluso – sarebbe un problema enorme ed in questo caso andrebbero individuati i responsabili”.

To Top