Blitz quotidiano
powered by aruba

App trasforma foto in cartoline da spedire: è Swapshots

LONDRA – Comprare cartoline, francobolli e rintracciare una buca delle lettere per spedirle mentre si è all’estero è un compito non facile per molti turisti. Da oggi qualsiasi fastidio sarà eliminato: una nuova app della Royal Mail, la società postale del Regno Unito, consentirà l’invio ad amici e familiari degli scatti più belli della vacanza come se fossero cartoline.

Con il servizio “Swapss”, i clienti possono trasformare le fotografie scattate col proprio smartphone in cartoline e aggiungere un messaggio personale sul retro.

L’app è gratuita e il costo d’invio di ogni card è di 84 pence (circa 1 euro), i clienti potranno aggiungere filtri ed effetti alle proprie foto, modificandole come un poediting su Instagram.

Il progetto è una scommessa per la Royal Mail, che punta a modernizzare il proprio business vista la competizione con compagnie come Amazon e DPD.

 

 

La Royal Mail è la più importante azienda postale britannica, quotata alla Borsa di Londra. Fu fondata nel 1516 nella capitale inglese da Enrico VIII. Il servizio della Royal Mail fu aperto anche alla posta privata da Carlo I nel 1635 con pagamento a carico del destinatario.

Nel 2000 il Post Office è diventato una public limited company di cui Ministero del Commercio e dell’Industria possedeva 50mila azioni ordinarie ed un’azione speciale, mentre il Ministero del tesoro possedeva un’azione ordinaria. Nel 2006 la Royal Mail ha perso il suo monopolio durato 350 anni ed il mercato postale inglese è stato aperto alla concorrenza. L’anno successivo la Royal Mail Group plc è stata trasformata in Royal Mail Group Ltd e nel 2011 il Parlamento ha approvato la privatizzazione del 90% del capitale sociale. Nel 2013 la Royal Mail è stata quotata al London Stock Exchange.


PER SAPERNE DI PIU'