Cronaca Europa

Dusseldorf, armato di accetta aggredisce passanti in stazione: 5 feriti

Attentato a Dusserdolf: armato di accetta aggredisce passanti alla stazione centrale
Dusseldorf, armato di accetta aggredisce passanti in stazione: 5 feriti

Dusseldorf, armato di accetta aggredisce passanti in stazione: 5 feriti

BERLINO – Un uomo armato di accetta è saltato giù da un treno e ha aggredito con furia i passanti nella stazione centrale di Dusseldorf, in Germania, la sera del 9 marzo. Il bilancio è di almeno 7 feriti e l’uomo, 36 anni e con problemi psichici, è stato arrestato dopo aver tentato la fuga. Sangue ovunque, raccontano i testimoni definendo l’aggressore un “pazzo armato”, mentre sono rimasti bloccati sui treni per ore per il timore di un nuovo assalto.

Fin dall’inizio la polizia ha escluso che si trattasse di un attentato terroristico, ma ha comunque cercato eventuali complici. Dopo alcune ore gli agenti tedeschi hanno arrestato un uomo di 36 anni, originario dell’ex Jugoslavia e che vive a Wuppertal, nell’ovest della Germania, e che soffre di problemi psichici.

I passeggeri del treno sono sotto shock. Per ore infatti sono rimasti prigionieri dei treni, per paura che l’uomo colpisse ancora. Un passeggero racconta:

“Sono rimasto un’ora e mezza sul treno, la polizia è salita varie volte, e ha guardato all’interno. Ora finalmente siamo potuti scendere”.

C’è chi poi ha visto da vicino l’aggressione e descrive la scena:

“Eravamo al binario, stavamo aspettando. Il treno è arrivato e all’improvviso qualcuno è saltato fuori con l’ascia, e ha colpito la gente. C’era sangue dappertutto. Una cosa del genere non l’avevo ancora mai vissuta”.

Il sindaco di Dusseldorf, Thomas Geisel, parlando dell’aggressione ha dichiarato:

“È un grave colpo per Duesseldorf. I testimoni dell’aggressione sono sotto shock. Sono qui per ringraziare la polizia. I miei pensieri vanno ai parenti dei feriti”.

Il sospettato si sarebbe ferito pesantemente lanciandosi dall’alto nella fuga e al momento è ricoverato in ospedale e l’ascia è stata sequestrata. Dopo diverse notizie che parlavano di due arresti e di complici, la polizia ha smentito sottolineando che l’autore dell’aggressione è stato arrestato:

“Altri fermi sono stati eseguiti, ma non si ritiene che vi sia una relazione. Non pensiamo che si tratti di un episodio di terrorismo”.

La pista non può essere del tutto esclusa, ha spiegato, ma gli inquirenti ritengono che potrebbe essersi trattato di un atto di criminalità comune.

 

To Top