Cronaca Europa

Attentato Londra, giovane bolognese tra i feriti. La zia a Chi l’ha visto: “Protetta dagli studenti francesi”

Attentato Londra, giovane bolognese tra i feriti. La zia a Chi l'ha visto: "Protetta dagli studenti francesi"

Attentato Londra, giovane bolognese tra i feriti. La zia a Chi l’ha visto: “Protetta dagli studenti francesi”

LONDRA –  C’è anche una giovane donna bolognese, che vive a Londra da sei anni, tra i 40 feriti nell’attentato al Parlamento britannico compiuto mercoledì 22 marzo in cui sono morte cinque persone, compreso l’attentatore.

La conferma è arrivata dalla zia della giovane, Silvia Grandi, docente all’università di Bologna, che è stata intervistata dal programma di Rai Tre Chi l’ha visto?.

La giovane, 28 anni, di Pianoro (Bologna), laureata in lingue e dipendente di un’azienda che ha sede in Regent Street, si trovava sul ponte che di Westminster quando l’attentatore si è lanciato sulla folla con il proprio suv. Nell’attacco, spiega il Resto del Carlino, ha riportato ferite superficiali ed escoriazioni alle gambe e a un fianco ed è stata portata in ospedale, da cui poi è stata dimessa.

Ad avere la peggio, però, sono stati gli studenti del liceo Saint-Joseph di Concarneau (Francia) che si trovavano sullo stesso ponte e che hanno fatto in qualche modo da protezione alla giovane bolognese, come ha raccontato la zia della donna al programma di Federica Sciarelli.

“Mia nipote quando è scoppiato il parapiglia è stata schiacciata contro la balaustra del ponte mentre stava camminando. In qualche modo è stata protetta da quei ragazzi francesi che poi hanno invece avuto la peggio”, ha detto Silvia Grandi.  “Pensare che la settimana scorsa ero stata sua ospite, ha aggiunto la zia in trasmissione, e che ho percorso quelle strade, quel ponte è stato qualcosa di tremendo. E’ stato scioccante per me quello che è successo”.

To Top