Cronaca Europa

Attentato Londra, Ignacio Echeverria è morto: è l’eroe dello skateboard

Attentato Londra, Ignacio Echeverria è morto: è l'eroe dello skateboard

Attentato Londra, Ignacio Echeverria è morto: è l’eroe dello skateboard

MADRID – C’è anche Ignacio Echeverria, lo spagnolo di 39 anni disperso dopo l’attentato di Londra, tra le otto vittime della strage. Lo confermano i suoi famigliari che hanno appreso del tragico epilogo solo quattro giorni dopo gli attacchi terroristici. Echeverria, madrileno dipendente della banca inglese Hsbc a Londra, era stato visto vivo per l’ultima volta sabato notte, steso a terra, dopo che con uno skateboard aveva affrontato un terrorista armato di coltello che stava per colpire una donna.

La stampa spagnola lo aveva ribattezzato “l’eroe del monopattino”. L’assenza di informazioni da parte delle autorità britanniche sulla sua sorte aveva provocato diverse tensioni fra Madrid e Londra. La Spagna aveva trasmesso già lunedì impronte digitali e campioni di Dna alle autorità inglesi perché potessero verificare se Ignacio era una delle vittime. Ma fino ad oggi non c’era stata alcuna conferma. Una situazione insostenibile per la famiglia.

Il ministro degli esteri spagnolo Alfredo Dastis questa mattina aveva espresso “perplessità” per il fatto che “oltre tre giorni  dopo non si possa confermare qual’è la sorte” di Echeverria: “E’ difficile da capire!”. Per la famiglia, aveva aggiunto, “è una situazione non lontana da poter essere definita disumana”.

Echeverria tornava sabato sera in bici da un parco londinese dove aveva fatto skateboard con alcuni amici. Aveva visto un terrorista colpire una donna e si era precipitato per difenderla, colpendolo col suo skate. Gli altri due terroristi lo avrebbero attaccato alle spalle. Poi gli amici in fuga lo avevano visto crollare a terra. Da allora non si era saputo più nulla dell’eroe del monopattino.

To Top