Cronaca Europa

Attentato Londra, il pachistano che radicalizzava anche i bambini: era già stato denunciato

Attentato Londra, il pachistano che radicalizzava anche i bambini: era già stato denunciato

Attentato Londra, il pachistano che radicalizzava anche i bambini: era già stato denunciato

LONDRA – Tentava di radicalizzare anche i bambini del vicinato. Il “pachistano” Abs, uno dei terroristi dell’Isis che ha attaccato la folla sul London Bridge la sera del 3 giugno, erà già stato denunciato ed era noto alle forze dell’ordine. Una donna italiana e sua vicina di casa a Londra infatti aveva segnalato che l’uomo aveva tentato di radicalizzare anche suo figlio, che di punto in bianco era tornato a casa chiedendo alla mamma di poter diventare musulmano.

Alberto Simoni sul quotidiano Il Secolo XIX scrive che uno dei tre terroristi di Londra si era radicalizzato da almeno due anni ed era stato espulso dalla moschea del quartiere di Barking, dove viveva con la moglie e con i due figli. Per ora dell’uomo si conosce solo il soprannome, Abs, e le origini pachistane, dato che i media inglesi non hanno divulgato la sua identità su richiesta esplicita di Scotland Yard:

“Abs è il terrorista che indossava la maglia dell’Arsenal e sarebbe stato proprio questo particolare a facilitare il riconoscimento visto che avrebbe indossato la maglietta per tutto il giorno di sabato quando ha incontrato vicini e amici. Ad alcuni avrebbe chiesto anche come noleggiare un furgone, era così carico ed eccitato all’idea di passare all’azione che avrebbe voluto, è il racconto di alcuni testimoni raccolto dal Daily Mail, prendere il mezzo in affitto il giorno prima.

Prove definitive sulla sua radicalizzazione Scotland Yard non ne ha fornite, ma vi sono alcune testimonianze che accuserebbero in maniera pesante Abs. La prima è quella di una donna italiana che vive nel quartiere di Barking. Denunciò l’uomo, “il pachistano”, alle autorità due anni fa quando si accorse che stava radicalizzando il figlio tanto che il bimbo di lei un giorno tornò a casa confessando la volontà di diventare musulmano.

Un altro vicino ha invece riferito di essere rimasto scosso dalle giustificazioni che Abs portava degli attentati terroristici. Chiamò quindi le autorità, che però non fecero nulla di concreto. Ad oggi quindi chi fosse Abs Scotland Yard lo sa benissimo, da cui la rapidità con cui nel giro di 9 ore la polizia ha compiuto, ieri mattina alle 7, un raid nel palazzo dove viveva a Kings Street nel quartiere di Barking a Londra, zona nord est disagiata e multietnica, che ha portato al fermo di 12 persone, fra cui 4 donne, fra le quali potrebbe esserci la moglie (frutto di matrimonio combinato secondo alcune fonti) del terrorista del London Bridge”.

To Top