Cronaca Europa

Attentato Manchester: massima allerta in Italia, paura luoghi affollati. E c’è Trump…

Attentato Manchester: alzata allerta in Italia, paura luoghi affollati

Attentato Manchester: alzata allerta in Italia, paura luoghi affollati

ROMA – Dopo l’attentato di Manchester, come inevitabile conseguenza, scatta in Italia la massima allerta per i luoghi affollati. Luoghi affollati ai quali si aggiunge Donald Trump, che nella giornata di martedì arriverà a Roma. Intelligence e forze di polizia italiane sono infatti in contatto dalla scorsa notte con i colleghi inglesi per avere maggiori informazioni sulla strage di Manchester e per eventuali scambi di notizie. I concerti, come i luoghi affollati in generale, sono da tempo all’attenzione degli investigatori anche in Italia come possibili obiettivi di atti terroristici. Recenti circolari di polizia hanno invitato prefetti e questori a disporre misure adeguate di vigilanza in occasioni di manifestazioni che richiamano un alto numero di persone.

Il ministro dell’Interno, Marco Minniti, dopo la strage di Manchester, ha convocato una riunione straordinaria del Comitato di analisi strategica antiterrorismo (Casa) al Viminale, con la presenza dei vertici delle forze di polizia e dei servizi di intelligence. La paura ovviamente è per i prossimi concerti che si terranno in Italia ma anche per le partite dell’ultima giornata di campionato.

Non risultano italiani coinvolti” nell’attentato di Manchester, riferiscono intanto fonti dell’ambasciata italiana a Londra, che da stanotte sta lavorando in coordinamento con il consolato generale e l’Unità di Crisi della Farnesina.

To Top