Cronaca Europa

Attentato Manchester, genitori dei dispersi rifiutano le cure: “Prima notizie dei nostri figli”

Attentato Manchester, genitori dei dispersi rifiutano le cure: "Prima notizie dei nostri figli"

Attentato Manchester, genitori dei dispersi rifiutano le cure: “Prima notizie dei nostri figli” (Foto Ansa)

MANCHESTER – Alcuni dei genitori dei ragazzini ancora dispersi dopo l‘attentato terroristico alla Manchester Arena rifiutano le cure: prima vogliono avere notizie dei loro figli. Sono ancora dodici i ragazzini e le ragazzine di cui non si ha traccia, ventidue i morti accertati, 59 i feriti. Ma si teme che il bilancio si possa aggravare.

A raccontare la decisione dei genitori dei dispersi è stato un medico dell’ospedale Manchester Royal, dove sono ricoverate molte delle vittime dell’attacco kamikaze di lunedì sera.

La situazione nel Regno Unito è tesissima. Manchester è una città blindata. Alcuni dei 400 poliziotti in più inviati d’urgenza si vedono in giro dalla stazione ferroviaria di Piccadilly ad altri luoghi sensibili a mano a mano che ci si avvicina alla zona della Manchester Arena, tuttora transennata e in parte ‘off limits’. Insolita per il Paese la presenza di numerose pattuglie di tiratori in mimetica nera che imbracciano armi automatiche, alcuni a volto coperto.

Il sindaco di Greater Manchester, il laburista Andy Burnham, ha parlato di un “atto malvagio” le cui vittime sono “bambini, giovani e le loro famiglie, che i responsabili hanno scelto di terrorizzare e uccidere”. A Manchester è attesa anche la premier, Theresa May, che ha convocato per questa mattina a Londra la riunione del comitato di emergenza Cobra. Il primo dei ministri ad arrivare a Downing Street è stata Amber Rudd, titolare dell’Interno, che è apparsa molto tesa in volto e non ha voluto fare nessuna dichiarazione ai giornalisti.

E in queste ore il terrore si estende anche a Londra, dove la polizia ha evacuato la stazione degli autobus di Victoria a causa di un pacco sospetto. Le autorità hanno chiuso al traffico le strade in questa zona del centro della capitale, inclusa la Buckingham Palace Road.

To Top