Cronaca Europa

Attentato Manchester, Kelly Brewster morta per salvare la sorella e la nipotina

Attentato Manchester, Kelly Brewster morta per salvare la sorella e la nipotina03

LONDRA – Col suo corpo ha fatto scudo alla sorella e alla nipotina. Kelly Brewster, coraggiosa zia di 32 anni, è una delle vittime dell’attentato terroristico a Manchester. Aveva accompagnato sua sorella Claire e la nipotina Hollie Booth al concerto del loro idolo, Ariana Grande. E’ grazie al sacrificio di Kelly se le due giovanissime, entrambe ferite nell’attacco, sono ancora vive.

A raccontare quei concitati istanti sulla sua pagina Facebook è Ian Winslow, il fidanzato di Kelly. In un post il giovane racconta del gesto eroico della sua amata: quando la bomba è esplosa, la giovane è scattata di istinto di fronte alle altre due. Così facendo ha subito tutti gli effetti della deflagrazione, sacrificando la sua stessa vita ma salvando quella delle due teenager.

Le due giovanissime sono ora ricoverate in ospedale: una ha riportato una frattura alla mandibola, la seconda invece a entrambe le gambe. Fortunatamente sono entrambe fuori pericolo. Kelly, impiegata di 32 anni, aveva appena versato il primo deposito per la sua nuova casa e sognava di mettere su famiglia con il fidanzato Ian.

To Top