Blitz quotidiano
powered by aruba

Attentato Nizza, Gaetano Moscato perde una gamba per salvare i nipoti

NIZZA – Gaetano Moscato, 71 anni, pensionato della Olivetti di Ivrea, è uno dei feriti dell’attentato di Nizza. Giovedì sera, 14 luglio, Festa della Repubblica francese, era sulla Promenade des Anglais insieme alla figlia, che fa la poliziotta negli Stati Uniti, e i nipoti di 18 e 13 anni.

Quando ha visto il camion bianco guidato da Mohamed Lahouaiej Bouhlel che stava per investire i nipotini non ci ha pensato due volte e si è gettato su di loro per toglierli dal pericolo, ma così facendo è stato investito e ha perso una gamba. I medici dell’ospedale di Nizza dove si trova ricoverato gliel’hanno infatti dovuta amputare dal ginocchio in giù.

A raccontare come Moscato, di Chiaverano (Torino), è stato travolto dal camion è stato il figlio Nicola, che a Giampiero Maggio della Stampa ha spiegato:

“Quando è accaduto stavano tornando a casa, erano appena terminati i fuochi, mio padre, mia sorella e i miei nipoti stavano attraversando la Promenade quando con la coda dell’occhio papà ha visto quel camion”. È in quel momento che Gaetano Moscato, d’istinto, ha pensato ai nipoti: “Mia sorella mi ha raccontato che li ha salvati lui, li ha bloccati, o spinti, non si ricordava, ma se sono vivi e non si sono fatti nulla è grazie al nonno”.  

Immagine 1 di 34
  • Attentato Nizza, è stata una poliziotta a uccidere il killer
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
Immagine 1 di 34

PER SAPERNE DI PIU'