Blitz quotidiano
powered by aruba

Attentato Nizza, neonato salvato grazie a Facebook FOTO

NIZZA – Una piccola buona notizia nella tragedia di Nizza. Una donna di origini del Madagascar che aveva postato su Facebook un appello disperato per chiedere notizie di un neonato di appena otto mesi, che si trovava in una carrozzina blu andata persa durante i movimenti di panico della folla dopo l’attacco, scrive stamattina di aver ritrovato il piccolo. “Alcune persone lo avevano trovato e portato a casa loro”, scrive la donna, che spiega di essere la zia, in un commento postato questa mattina presto. E poi, in lettere tutte maiuscole: “Sta bene”.

Nizza: è stato un camion bianco a seminare la morte nella cittadina francese piena di gente nella sera dei festeggiamenti del 14 luglio. Un camion in corsa sulla folla, un camion dal quale partivano colpi di mitra. E così sono bastati pochi secondi per lasciare a terra decine di cadaveri e centinaia di feriti. Un attentato terroristico, non ci sono dubbi.

L’autista è stato ucciso durante il blitz delle forze speciali che si sono attivate immediatamente.

Le prime, scarne, cronache raccontano questo film: un camion grande e bianco, che si trova nel centro di Nizza dove migliaia di persone si sono radunate per la festa il cui culmine sono i fuochi d’artificio. E’ così a Nizza, a Parigi e in ogni angolo di Francia oggi.

Il camion però a un certo punto si muove lungo un viale molto affollato, prende velocità e si scaglia contro le persone. Parte il fuggi fuggi ma non c’è scampo per molti: da quel camion, raccontano i primi testimoni, qualcuno spara e semina altra morte.

Immagine 1 di 12
  • nizza-attentato-ansa32ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
Immagine 1 di 12