Blitz quotidiano
powered by aruba

Banchiere milionario si prepara a diventare re della marijuana legale

LONDRA   Roger Jenkins, il banchiere multi milionario riconosciuto come il più ricco d’Inghilterra che salvò la Barclays dal crack finanziario, sta per diventare il re della marijuana. Il muscoloso Jenkins ha infatto investito in quello che è un business da milioni di dollari, acquistando dei terreni in California da utilizzare come piantagioni di cannabis.

La marijuana, seppure non ancora legalizzata in California, ultimamente è vista da molti come un’ingente fonte di guadagno, dal momento che gli USA la stanno lentamente legalizzando.
Alcuni Stati, scrive il Daily Mail, hanno votato a favore del decreto legge che non prevede sanzioni per l’uso ricreativo, mentre l’uso medico è già effettivamente consentito in metà paese.
A novembre, i californiani voteranno la cosiddetta “Proposition 64″, anche conosciuta come “il consumo della marijuana nell’adulto”. Lo stato ha votato già due volte contro la legalizzazione, prima nel 1972 e poi nel 2010, ma l’opposizione non permette di raggiungere i numeri necessari per renderla del tutto illegale.

La California è lo stato che in America, che produce più marijuana, grazie al clima mite e soleggiato durante tutto l’anno. Ultimamente, diversi milionari stanno puntando al nuovo business, oltre a Jenkins, infatti, anche Peter Thiel, creatore del sistema di pagamento PayPal, ha deciso di intraprendere questo nuovo tipo di affari. Thiel, sostenitore di Trump, ha anche alcune visioni politiche decisamente allarmanti: recentemente ha dichiarato che le donne non avrebbero mai dovuto ricevere il diritto al voto.

Il fratello di Jenkins, invece, venne arrestato per aver tentato di introdurre 70 milioni di dollari in steroidi negli USA.