Blitz quotidiano
powered by aruba

Bbc “troppo cristiana”: tv britannica apre a Islam, sikh…

LONDRA – La Bbc si scopre “troppo cristiana” secondo un rapporto che – in nome dei nuovi equilibri etnici e confessionali della popolazione del Regno Unito – invoca maggiore spazio per musulmani, induisti e sikh nei programmi di argomento religioso dell’emittente pubblica britannica. Il rapporto è sul tavolo di lord Tony Hall, direttore generale dell’istituzione radiotelevisiva.

E le indicazioni vengono dal comitato interno che si occupa di religione ed etica guidato da Aaqil Ahmed, il quale – illustrando il testo durante un’audizione alla Camera dei Comuni – ha sottolineato come siano emerse critiche da parte di alcune confessioni non cristiane, convinte di essere attualmente “sottorappresentate” nei programmi dell’emittente.

Di qui – riferisce il Sunday Times – l’appello a lord Hall dal quale ora si attende una risposta. Non è chiaro se, per fare spazio agli altri, alcuni programmi storici attenti al mondo cristiano possano essere cancellati. La Bbc si è limitata ad assicurare che resterà nel palinsesto il popolare ‘Songs of Praise’ curato dalla comunità anglicana e trasmesso ora da un campo profughi di Calais. Ibrahim Mogra, del Muslim Council of Britain, ha ipotizzato che la tv pubblica possa trasmettere in futuro, fra l’altro, la preghiera islamica del venerdì in diretta da una delle moschee del regno. “Ma non vogliamo – ha puntualizzato – che i cristiani abbiano una minore esposizione mediatica”.


TAG: , ,