Cronaca Europa

Bimba di due anni ingerisce batteria al litio: in fin di vita

Bimba di due anni ingerisce batteria al litio: in fin di vita

Bimba di due anni ingerisce batteria al litio: in fin di vita

LONDRA – Bimba di due anni inghiotte la batteria al litio delle chiavi dell’auto dei genitori e rischia la vita. La piccola, Kacie Barradell, di Derby (Regno Unito), lo scorso febbraio è stata portata dalla madre Cheryl, di 27 anni, di corsa all’ospedale pediatrico di Nottingham dopo che continuava ad avere diarrea e vomito.

Dopo qualche giorno, però, le condizioni della bimba sono peggiorate, e così i medici hanno deciso di trasferirla al centro pediatrico di Birmingham, più attrezzato. Qui gli specialisti hanno evidenziato i danni che erano stati provocati all’esofago della piccola e a due delle arterie principali della schiena.

Kacie è stata sottoposta ad un nuovo intervento chirurgico, durato sei ore. E solo pochi giorni fa, grazie ad una radiografia, si è scoperta la causa di tutto: una piccola batteria al litio ingerita dalla bambina. 

Alla fine la bambina è sopravvissuta, ma i medici hanno detto ai genitori che potrebbe non tornare mai più a camminare a causa dei danni provocati agli organi interni dalla batteria.

Cheryl non sa come la figlia abbia potuto ingerire quella pila, e, dal sito del quotidiano Derby Telegraph, ha lanciato un appello a tutti i genitori: “Voglio metterli in guardia sui danni che possono provocare le batterie. Kacie è fortunata ad essere ancora viva”.

 

 

To Top