Blitz quotidiano
powered by aruba

Bruxelles, attentato terroristico a poliziotti: due agenti feriti da uomo armato di coltello

BRUXELLES – Una giornata di tensione quella che si vive per le strade di Bruxelles il 5 ottobre. Prima gli allarmi bomba, poi l’aggressione nella zona di Schaerbbekk, dove un uomo armato di coltello ha aggredito e ferito due poliziotti. un vero e proprio attentato terroristico, come confermato nel pomeriggio di mercoledì dalla polizia federale belga.

L’accoltellatore dei due poliziotti si chiama Hicham D., è belga e ha 43 anni. Questa l’identificazione rilasciata dalla polizia federale. Secondo quanto scrivono gli on-line l’aggressore, durante la sua azione, non ha espresso alcuna rivendicazione, né lo ha fatto al momento dell’arresto. Sui media ci si interroga sulla velocità con cui la procura di Bruxelles ha subito trasmesso il dossier alla procura federale, l’unica autorizzata ad occuparsi di terrorismo e c’è chi si chiede se Hicham fosse già sotto osservazione.

L’uomo sarebbe un ex militare belga, già conosciuto dalla Giustizia, e citato in vecchi dossier di terrorismo, spiega il sito della tv belga Rtbf. L’aggressore, ferito ad una gamba, è stato trasferito in ospedale.

Intanto il timore di un attacco terroristico è stato confermato. Timore che è nato e si è diffuso da quando nel primo pomeriggio la stazione di Gare du Nord e la Procura sono state sgomberate per una telefonata anonima che annunciava la presenza di bombe negli edifici. La situazione è poi rapidamente rientrata e stazioni ed edificio sono stati riaperti, con la ripresa sia del passaggio dei treni che dei tram. Un pacco sospetto è stato invece trovato alla Gare du Midi, ma al suo interno non è stato trovato niente di pericoloso, fanno sapere dalla polizia federale e poi l’aggressione ai due agenti. Questa resta una giornata di allerta terrorismo per il Belgio.