Blitz quotidiano
powered by aruba

Bruxelles: morta italiana, era funzionaria Ue

ROMA – La Farnesina ritiene molto probabile che ci sia un’italiana, una funzionaria Ue, tra le vittime degli attentati di Bruxelles. L’ambasciata italiana è in contatto con la famiglia per le necessarie procedure di riconoscimento. Qualche dettaglio lo fornisce ai cronisti fuori da palazzo Chigi Maurizio Lupi:

“Il presidente del Consiglio ci ha informato che c’è una verifica in corso su una possibile vittima italiana” degli attacchi a Bruxelles. E ha aggiunto che la vittima sarebbe “una donna che era dispersa”: “E’ in corso la fase di riconoscimento, i familiari sono con il console a Bruxelles. Era una donna che prendeva normalmente la metropolitana e dovrebbe essere tra le vittime della metro ma la violenza dell’esplosione ha reso le vittime irriconoscibili”.

Sono i fratelli Khalid e Ibrahim El Bakraoui i kamikaze che si sono fatti saltare in aria martedì all’aeroporto di Bruxelles. L’identificazione dei due é stata resa nota dalla polizia. Il terzo uomo – che compare nella foto con i due fratelli – sarebbe l’artificiere del gruppo ma nonostante le prime notizie non è l’uomo arrestato dalla polizia belga la mattina di mercoledì. Il terzo uomo sarebbe Najim Laachraou, ovvero l’artificiere degli attentati di Parigi.

Il suo Dna è stato ritrovato anche sulle cinture esplosive utilizzate al Bataclan e allo Stade de France il 13 novembre scorso. Sarebbero cinque i terroristi responsabili degli attentati, fra i quali quello che ormai è chiamato “l’uomo in bianco”. Cinque persone che vengono collegate agli attacchi e in qualche caso anche alla strage di Parigi, visto che quattro di loro farebbero parte della rete di Salah Abdeslam. Cinque terroristi che hanno colpito e potrebbero colpire ancora anche se almeno due di loro sono morti nell’esplosione in aeroporto a Zaventem.

I cinque, ha spiegato la polizia belga, sono stati individuati esaminando le telecamere di videosorveglianza. Almeno nel caso dell’aeroporto la polizia sembra sicura. Due terroristi sono vestiti in abiti scuri, mentre il terzo indossava una giacca chiara e un cappello ed è tuttora ricercato. L’immagine è stata pubblicata per prima martedì pomeriggio dal giornale La Dernière Heure. Nella foto a colpire è un dettaglio: i due presunti terroristi indossano un guanto. Secondo le fonti del giornale belga nel guanto sarebbe nascosto l’innesco per le cinture esplosive. Più complicato individuare gli altri due.

Immagine 1 di 29
  • Bruxelles, aeroporto: passeggeri sotto choc dopo bombe Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Un fermo immagine tratto da Sky mostra passeggeri all'esterno della metro di Bruxelles (Ansa)
  • La cartina di Bruxelles in un fermo immagine tratto da Sky
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
  • Ansa
Immagine 1 di 29

 

Immagine 1 di 50
  • evacuazione_metro_bruxelles (7)
Immagine 1 di 50