Cronaca Europa

Bruxelles, strage evitata: il terrorista abbattuto aveva una bomba di chiodi

Bruxelles, strage evitata: il terrorista fermato aveva una bomba di chiodi

Bruxelles, strage evitata: il terrorista fermato aveva una bomba di chiodi

BRUXELLES – Una strage evitata la sera del 20 giugno alla stazione centrale di Bruxelles, in Belgio. L’attentato del terrorista è stato sventato, ma l’uomo aveva con sé una seconda bomba imbottita di chiodi e che non è esplosa. L’uomo indossava una cintura esplosiva e ha gridato “Allah Akbar” prima della parziale esplosione mentre correva contro un soldato. L’attentatore, un marocchino di 36 anni, è stato abbattuto dagli agenti e il peggio evitato.

A raccontare i dettagli dell’attentato sventato e in cui il terrorista è stato ucciso è Jean Jambon, il ministro degli interni del Belgio, che alla radio La Premiere ha dichiarato:

“Il peggio è stato evitato, perché l’attentatore aveva con sé un’altra bomba – imbottita di chiodi, secondo l’emittente Vrt – che non è esplosa”.

L’attentatore è stato identificato e ha lasciato intendere che nella notte sono state effettuate delle perquisizioni che hanno portato all’identificazione. Ma “è troppo presto” per svelare il nome, ha aggiunto. Si sa solo che è un marocchino di 36 anni e che non era ricercato per terrorismo, né segnalato.

La stazione centrale di Bruxelles ha riaperto ai viaggiatori dopo che la zona dell’esplosione è stata ripulita, e il corpo dell’attentatore rimosso. I treni e la metro sono tornati a circolare regolarmente, comunica la società delle ferrovie.

Intanto l’Ocam, l’organismo antiterrorismo che valuta il livello della minaccia, si è riunito per la seconda volta da ieri sera e ha mantenuto l’allerta a 3 (su 4). Saranno però prese misure di “precauzione” spiega l’Ocam, ovvero aumenterà la presenza di polizia ed esercito nelle metro e nelle stazioni, e ci saranno maggiori controlli nei luoghi sensibili.

To Top