Blitz quotidiano
powered by aruba

Caccia bombardiere svizzero sparisce al confine sulle Alpi

ZURIGO – Un caccia bombardiere F/A-18 delle Forze aeree svizzere è scomparso sulle Alpi alle 16.30 di lunedì 29 agosto nella zona del Susten, tra i cantoni di Berna a Uri. Lo riferisce una comunicato del Dipartimento della difesa.

Il caccia bombardiere  è improvvisamente scomparso dai radar e il pilota non ha dato nessuna notizia. Le ricerche del velivolo sono partite immediatamente ma per ora non hanno dato esito positivo. Scrive il sito svizzero Ticinonews.ch

Alle 19.30 si è tenuta una conferenza stampa presso il Centro media di Palazzo Federale a Berna in cui il comandante delle Forze aeree Aldo Schellenberg ha spiegato che lo scopo della missione odierna era una simulazione di combattimento tra due F/A-18 contro un F/5 Tiger. Al momento dell’esercitazione gli apparecchi sfrecciavano in uno strato nuvoloso con volo strumentale e i piloti non avevano fra loro un contatto visivo. Le condizioni meteorologiche non erano tuttavia proibitive ha detto il pilota di F/A-18 Pierre de Goumoëns durante la conferenza stampa.

Attualmente non si ha nessuna notizia né del pilota né dell’aereo. “Speriamo e preghiamo per questo” ha risposto Schellenberg alla domanda se ci fosse qualche possibilità di ritrovare vivo il pilota. Sull’identità dell’uomo non sono state fornite informazioni precise per motivi di protezione della personalità.

A causa delle difficili condizioni atmosferiche non è attualmente possibile raggiungere in volo l’area dove è avvenuta la scomparsa. Si sta quindi cercando di raggiungere la zona attraverso un dispositivo di ricerca via terra.

Il comandante delle Forze aeree ha indicato che l’aviazione militare dispone ancora di 25 apparecchi monoposto e di cinque biposto. La recente serie nera dell’aviazione militare lo preoccupa, ma egli non vede relazioni con gli ultimi incidenti. A suo avviso, considerando l’intero periodo in cui le Forze aeree hanno avuto l’F/A-18 in dotazione – 19 anni, ossia dal 1997 – il numero di incidenti non è eccessivo.