Blitz quotidiano
powered by aruba

Calais, profughi mentono su età. Arriva ricostruzione facciale per stabilirla

CALAIS – A Calais, l’accampamento di rifugiati ormai noto come la “giungla”, stanno crescendo le preoccupazioni sulla reale età delle migliaia di migranti che ogni giorno cercano di entrare in Europa.  Un “ragazzo” in particolare, con indosso una felpa blu, è stato sottoposto a un programma di ricognizione facciale che ha permesso agli agenti di capire che ha invece i suoi tratti corrispondono a quelli di un adulto di 38 anni.

L’uomo è fra le 14 persone mandate da Calais a Croydon, in seguito alla decisione del governo inglese che i più giovani potranno ricongiungersi ai familiari già presenti sul territorio britannico.
Ma secondo alcune dichiarazioni, il ministero degli interni non è in grado di capire la vera età delle persone prima del loro arrivo in Inghilterra, il che solleva molte preoccupazioni su chi potrebbe trarre vantaggio dimostrando meno anni di quanti ne abbia in realtà, sia già un adulto.

Ed è proprio quel che ha fatto il ragazzo dalla felpa blu: ha dichiarato di avere meno di 18 anni. “Ha affermato di essere un minore, fuggito dalla guerra in Afghanistan”, ha detto una fonte del centro immigrazione di Calais.

“Ha raccontato agli agenti Frontex di voler raggiungere il fratello in Inghilterra e per questo gli è stato permesso di entrare”.

Un portavoce del governo ha riferito che test medici, come il controllo dei denti, non è stato effettuato, poiché ritenuto troppo “intrusivo”.  Ma nel solo settembre 2015, le denunce a carico di persone che affermavano di avere meno di 18 anni, sono state 539 di cui 371 perché mentivano in generale sulla propria età.

“Le rughe intorno agli occhi e la perdita di volume delle guance sono il segno rivelatore. Il ragazzo dalla felpa blu non ha l’aspetto di un bambino. Ma se vive in una zona di guerra, potrebbe benissimo essere invecchiato precocemente, ed è impossibile capire bene senza vederlo di persona”, ha detto il dott. Ross Perry, direttore della clinica Cosmedics.