Blitz quotidiano
powered by aruba

Cellulare alla guida? Inglesi chiedono condanne e sanzioni più severe

LONDRA – Condanne e sanzioni più severe per chi guida parlando al cellulare: è quanto chiedono le famiglie delle vittime di incidenti stradali e il governo inglese sta valutando di punire gli automobilisti sottraendo un ulteriore punto dalla patente (quattro invece dei vigenti tre) e aggiungendo 50 sterline alla multa.

Attualmente in Inghilterra, chi viene sorpreso alla guida con il cellulare in mano riceve una multa da 100 sterline e la sottrazione di tre punti. Il Dipartimento dei Trasporti sta valutando la proposta di sottrarre un punto in più, due per i camionisti, ma gli attivisti per la sicurezza stradale ritengono che le sanzioni siano comunque troppo leggere e andrebbero messe al pari della guida in stato d’ebbrezza.

Per chi guida ubriaco si prospettano fino a sei mesi di carcere, a causa delle gravissime conseguenze che potrebbero comportare. Paul Baker, la cui figlia quattordicenne morì falciata dall’auto di un ragazzo che mentre era al volante leggeva un messaggio sul telefono, ha commentato col Daily Mail le attuali sanzioni:

“Quattro punti in meno non sono nulla. Non è certo un deterrente per un reato che può avere conseguenze terribili”.

In Inghilterra, tenere il cellulare in mano durante la guida è stato vietato nel 2003, ma nel 2014 le cifre hanno dimostrato che 492 incidenti stradali sono stati causati da un conducente distratto dal telefono. Alcuni ricercatori hanno scoperto che i riflessi di un guidatore, quando manda un messaggio, rallentano fino al 37 per cento e ciò vale anche per chi usa l’auricolare, poiché è comunque distratto dalla conversazione.

In Gran Bretagna si può parlare al telefono usando l’auricolare, ma la polizia è comunque autorizzata a fermare e multare qualora il conducente risulti distratto al volante.

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'