Blitz quotidiano
powered by aruba

Clown della paura bussano alle porte. Armati di coltello, la moda dilaga

LONDRA – Allarme clown della paura. Una moda folle, partita dagli Stati Uniti d’America e che ora sta dilagando anche in altri paesi come Australia e Inghilterra. Funziona così: qualche idiota si veste da clown, si arma di coltello, e poi di notte bussa alle porte delle case. Obiettivo: terrorizzare adulti e bambini. Ogni tanto per qualcuno di questi clown finisce male: uno, per esempio, è stato tramortito negli Usa a colpi di mazza da baseball. Ma resta la moda. Insensata e in un certo senso pericolosa.

La strana e inquietante “moda” che si sta diffondendo e crea scenari da incubo. A caccia di bambini, spuntano all’improvviso fuori dai cespugli, spesso sono armati di coltelli: ma perché pagliacci raccapriccianti, stanno terrorizzando il paese? si chiede il Daily Mail.

Solo la scorsa settimana, a Newcastle ci sono stati sei avvistamenti e con la stessa modalità: spuntano all’improvviso dai cespugli e inseguono le persone spaventate. Megan Bell, 17 anni, afferma che stava tornando a casa quando è stata avvicinata da un clown: l’ha inseguita finché lei, in preda al panico, è corsa via urlando.

In Northumbria, la polizia ha arrestato un adolescente armato di un coltello mentre in altri casi, i clown brandivano dei bastoni; a Plymouth, George Birkbeck, 22 anni, ha fatto scappare un uomo vestito da clown che aveva un martello. L’ansia dei genitori è aumentata dalle segnalazioni di clown avvistati nei pressi di un campo sportivo di un liceo nell’Essex e ugualmente, è allarme rosso in alcune scuole di Liverpool dopo che sui social media, alcuni clown inquietanti hanno minacciato di colpire i ragazzi.

Nella contea di Durham, un uomo armato di coltello con una maschera da clown ha inseguito quattro bambini – tra gli 11 e 12 anni – mentre si recavano a scuola. La presenza dei clown è stata confermata nel Suffolk, Eastbourn, a Brotton nel nord dello Yorkshire: persone inseguite e ovviamente spaventate a morte. Praticamente gli inquietanti pagliacci, in Inghilterra sono quasi ovunque: ci sono stati avvistamenti anche a Londra, Manchester, Norwich e Sheffield.

E’ solo una mania che arriva in concomitanza con Halloween, messa in atto, filmata e condivisa sui social media da adolescenti stufi di “dolcetto o scherzetto”?, scrive il Daily Mail. Negli Stati Uniti, dove è iniziato il fenomeno inquietante di “killer” o “raccapriccianti” clown, è andata avanti a lungo e non può essere liquidato come moda di Halloween di quest’anno.

E’ andato ben oltre i burloni che spuntano dai cespugli agitando le braccia. Tra i report del clown assassino armato che minaccia le scuole, si afferma che c’è stato almeno un morto; un portavoce della Casa Bianca la settimana scorsa ha detto che:”è una situazione che le autorità stanno prendendo seriamente”.

Dopo che un uomo ha riferito di aver visto un clown stringere un coltello, fuori dalla sua casa, la polizia di New York ha esortate le persone a non avere paura dei clown ma due giorni dopo, un adolescente ha affermato di essere stato scacciato da un clown con un coltello, mentre era su un treno a Manhattan. L’isteria pagliacci, in America è iniziato lo scorso agosto: alcuni bambini a Greenville County, Carolina del Sud, hanno incontrato dei clown che cercavano di attirarli nel bosco offrendo laute somme di denaro.

Ci sono stati anche altri avvistamenti ma solo da parte di bambini che si ritiene abbiano una fervida immaginazione. In ogni caso, negli USA la vendita delle maschere da clown inquietanti, rispetto allo scorso anno è aumentata del 300% e i paurosi pagliacci sono ormai presenti da decenni. Alabama, Virginia, Wisconsin, Arizona, ovunque spuntano come funghi: a Tucson, alcuni clown professionisti affermano di temere per la propria vita, per non parlare della perdita di lavoro.

Per attirare l’attenzione sulla loro situazione, hanno fondato il movimento Clown Lives Matter su Facebook e più di 100 pagliacci, questa settimana hanno partecipato alla prima marcia di protesta. La paura nei confronti dei clown può essere istintiva e pervasiva, al punto che ha un nome: la “coulrofobia“. Secondo Steven Schlozman, psichiatra infantile e accademico ad Harvard, gli esseri umani sono strutturati per riconoscere modelli dalla più tenera età. Le caratteristiche esagerate di un clown “fanno partire un campanello d’allarme primordiale nel nostro cervello, avvertono che c’è qualcosa è sbagliato”.

Uno studio dell’Università di Sheffield, nel 2008, sull’effetto dei clown per rallegrare una corsia d’ospedale ha scoperto che ai 250 bambini intervistati non piacevano i pagliacci. “Il fascino del clown è tale perché non è reale”, dice il criminologo Scott Bonn. “Non sappiamo cosa c’è sotto il make-up. Potrebbe essere qualcuno o qualcosa. In reltà sono spaventosi”.

La presenza dei clown, negli USA, risale ormai a decenni fa e negli Anni Ottanta, ci fu un’ondata di avvistamenti, poco dopo la condanna del serial killer John Wayne Gacy. Dopo aver ucciso 33 adolescenti e giovani uomini, Gacy è stato soprannominato il Clown Killer, perché, in veste di volontario della comunità, era apparso in occasione di eventi di beneficenza e feste per bambini, come Pogo il Clown. Nel 1986, il maestro dell’horror Stephen King pubblicò “It”, in cui presenta il terrificante Pennywise il Clown, demonio muta-forma.

Una nuova versione cinematografica di It è in produzione per la Warner Brothers, che ha dovuto smentire pubblicamente qualsiasi collegamento con gli avvistamenti del pagliacci. Lo stesso King, questa settimana è intervenuto su Twitter:”Hey ragazzi, è tempo di placare l’isteria nei confronti dei clown, la maggior parte di loro sono buoni, rallegrano i più piccoli, fanno ridere le persone”. Mentre la polizia esprime il timore che i criminali veri sfrutteranno il fenomeno vestendosi da clown per rendersi irriconoscibili, chissà quanti saranno in grado ancora di ridere per qualcuno con il volto dipinto di bianco, naso rosso e scarpe gigantesche.


TAG: , ,