Blitz quotidiano
powered by aruba

Cocaina nello stabilimento della Coca Cola: maxi sequestro in Francia

PARIGI – Trecentosettanta chili di cocaina in una fabbrica della Coca Cola. La sorprendente scoperta è stata fatta in Francia, a Signes, vicino a Tolone, nel sud del Paese, dove i dipendenti di uno stabilimento si sono ritrovati di fronte al carico di droga del valore di 50 milioni di euro all’interno di un container che conteneva succo di arancia.

I dipendenti hanno subito chiamato le autorità. Il procuratore di Marsiglia, Xavier Tarabeux, ha spiegato che la droga era arrivata dal Sud America, dal Costa Rica per l’esattezza, ma la JIRS, Giurisdizione interregionale specializzata, non è ancora in grado di dire esattamente se faccia parte, come è probabile, di un traffico di stupefacenti su larga scala.

Quel che si sa è che il carico ha viaggiato per mare fino al porto di Fos-sur-Mer, dove è stato sbarcato, affrancato alla dogana e poi ha proseguito il suo cammino su un camion fino a Signes.

 

La cocaina, imballata dentro diversi zaini, è stata trovata dentro il container in mezzo a dozzine di confezioni di concentrato di succo d’arancia, un ingrediente destinato proprio alla fabbrica della Coca Cola di Signes.

Del resto, ricorda le Parisien, una leggenda metropolitana sostiene che l’ingrediente segreto della Coca Cola sia proprio la cocaina. Alcuni anni fa un ex dipendente del colosso americano si disse pronto a giurare sul fatto che nella celebre bevanda ci fosse della droga, anche se in parti minime. Ovviamente si trattava di una bufala.

 

 

 


PER SAPERNE DI PIU'