Blitz quotidiano
powered by aruba

David Parenzo-Giulietto Chiesa: “Put…te”. “Figlio di p…”

ROMA – “Puttanate”. “Sei un figlio di ”: ecco il sunto della conversazione tra Giulietto Chiesa e David Parenzo durante la puntata della Zanzara di Radio 24 di mercoledì 23 marzo.

Chiesa era stato contattato da San Pietroburgo, dove vive, per esprimere il proprio parere sugli attentati di Bruxelles e sull’azione dell’Isis. Sapientemente Giuseppe Cruciani e David Parenzo hanno cercato proprio Chiesa, noto per le sue posizioni non convenzionali. Addirittura, scrive il sito de La Zanzara, “complottista per definizione”.

Intervistato da Cruciani, il giornalista ha provato a spiegare che secondo lui dietro a degli attacchi così massicci come quelli di Bruxelles ci deve essere dietro una organizzazione ben più vasta del cosiddetto Isis o Daesh. Ha fatto i nomi della Turchia e dell’Arabia Saudita, ricordando le foto delle colonne di autocisterne di petrolio inviate dallo Stato Islamico in Siria verso il Paese dell’islamissimo Recep Tayyip Erdogan.

Ha provato a spiegare una tesi del resto non del tutto nuova secondo cui dietro agli attentati dell’Isis ci sarebbe un progetto di destabilizzazione dell’Europa, che ha già portato alla spinta dell’emigrazione dai Paesi colpiti come Iraq e Siria, al quasi crollo di Schengen e allo Stato di emergenza permanente in Francia.

Adesso, è pronto a scommettere Chiesa, anche il Belgio adotterà misure di polizia stringenti, e così faranno presto altri Paesi. Ma la sua tesi non piace a Parenzo, che lo interrompe più volte con commenti come “te”. Ad un certo punto Chiesa chiede a Cruciani di intervenire per “far tacere questo cretino che mi sta interrompendo. Se tace il cretino io continuo a parlare”. Ma nulla. Parenzo prosegue come prima e Chiesa sbotta: “Figlio di ”. E interrompe il collegamento telefonico.

Immagine 1 di 3
  • David Parenzo-Giulietto Chiesa: "Put...te". "Figlio di p..."
  • Parenzo e Giuseppe Cruciani
  • (immagine da pagina Facebook)
Immagine 1 di 3

PER SAPERNE DI PIU'