Blitz quotidiano
powered by aruba

Droni per combattere gli incendi: permettono anche di trovare sopravvissuti

LONDRA – Nel Regno Unito da qualche tempo i droni sono utilizzati per combattere gli incendi. Almeno una volta a settimana, i vigili del fuoco del Kent impiegano questi apparecchi per domare le fiamme. Oltre ad aiutare a spegnere gli incendi, scrive il Daily Mail, i droni sono utilizzati per studiare fuochi sospetti, cercare persone scomparse e salvare animali intrappolati.

Questi dispositivi, il cui costo si aggira intorno ai 3.500 euro, sono dotati di una telecamera ad alta definizione in grado di scattare foto e video in tempo reale, e usano una fotocamera termica per individuare il calore del corpo umano.

Adam Green è uno dei tre piloti di drone del centro di salvataggio di Maidstone, nel Kent: “Il vantaggio che si ha con questi apparecchi è che offrono una visuale del tutto sicura per i vigili del fuoco. Dopo un incendio, un edificio può spesso essere troppo pericoloso, ma con questo metodo si riesce a controllare stando lontani dal fuoco. Se una persona scompare, invece, il campo di ricerca si allarga e la squadra di ricerca può vedere le immagini direttamente sullo schermo del telefono”.

Il mese scorso, sempre nel Kent, un drone ha individuato un cane intrappolato in un burrone roccioso; il cane era alla ricerca di un uomo disperso ed è caduto sulla parete rocciosa: grazie all’intervento del drone è stato possibile liberare entrambi.


PER SAPERNE DI PIU'