Blitz quotidiano
powered by aruba

Ex generale Nato: Se Russia ci attacca non abbiamo piano per difenderci

LONDRA – Un ex capo militare, il generale Ric Barrons, ha affermato che qualora la Russia decidesse di lanciare un attacco, la Nato al momento non disporrebbe di un effettivo piano per proteggere l’Europa.

Barrons ha allertato sul fatto che Vladimir Putin, in pochi giorni potrebbe mettere in campo migliaia di uomini, incluso l’uso di aerei e navi militari.
La Nato invece, per contrastare gli attacchi e prima di riuscire a intervenire, potrebbe aver bisogno di mesi.

Il generale, ritiratosi da poco, ha riferito che il controllo del territorio e dello spazio aereo potrebbe essere perso prima che i 28 membri riescano a concordare come agire. Il consiglio Nord Atlantico, l’organo politico decisionale della NATO, può autorizzare i piani e la formazione per un potenziale attacco, ma Barrons ha dichiarato al Times che tale preparazione si è fermata dopo la Guerra Fredda, con la fine della minaccia.

“La Nato ha più capacità militari della Russia, ma molte di queste sono in uno stato semi-dormiente; c’è quindi la possibilità che la Russia usi le sue forze minori per attaccare la Nato, costringendola a rispondere, dal momento che l’Organizzazione non ha alcuna intenzione di farlo”, ha riferito al Times.


TAG: ,