Blitz quotidiano
powered by aruba

Fidanzato non a casa a San Valentino: lo insulta e scopre…

Il fidanzato non era tornato a casa per festeggiare San Valentino. Lei allora lo insulta su Facebook ma poi scopre la verità: l'uomo era stato aggredito...

LONDRA – Il fidanzato non rientra a casa nel giorno di San Valentino e lei arrabbiata lo insulta su Facebook. Poi, il 15 febbraio, scopre la verità: l’uomo non era rientrato a casa perché si trovava in ospedale dopo essere stato accoltellato il 13 febbraio. Siobhan Burns ha così prima accusato il compagno e padre dei suoi due figli, Chris Barnes, di essere insensibile e poi scoperto che l’uomo era stato aggredito.

Alessia Strinati sul Messaggero riporta la storia raccontata dal Mirror, che sottolinea come la compagna di Barnes fosse furiosa con lui. La donna era così arrabbiata per l’assenza del fidanzato proprio nel giorno di San Valentino da aver aperto Facebook e aver pubblicato uno stato in cui lo accusava di essere insensibile e poco attento, salvo poi scoprire la verità e raccontarla sempre sul social network:

“Siobhan Burns aveva accusato il compagno Chris Barnes, padre dei suoi due figli, di essere un uomo insensibile e poco attento, ma dopo lo sfogo sui social ha scoperto che era rimasto coinvolto in una rissa ed era finito in ospedale dopo aver ricevuto una coltellata.

Secondo quanto riporta il Mirror, l’uomo era uscito la sera precedente e non era rientrato in casa proprio nel giorno di San Valentino.  Dopo la ragazza scopre delle ferite e commenta «Bene, con il padre dei miei figli in ospedale per una coltellata sto passando un bel San Valentino».

L’uomo, secondo le fonti della polizia, era con i suoi amici, quando un gruppo di sconosciuti si sono avvicinati, hanno cominciato a minacciarli e li hanno aggrediti. Chris è fuori pericolo e la polizia sta cercando di far luce sull’accaduto”.


PER SAPERNE DI PIU'