Blitz quotidiano
powered by aruba

Francia, ebreo accoltellato a Strasburgo al grido di “Allah Akbar”

STRASBURGO – Un ebreo ortodosso è stato accoltellato per strada a Strasburgo, città nell’est della Francia, da un uomo che gridava “Allah u Akbar”. Lo riferiscono i media francesi, precisando che l’uomo è ferito ma non in modo grave. L’aggressore è stato arrestato dalla polizia. Secondo fonti locali citate dal sito del Journal du Dimanche, è noto per “precedenti psichiatrici”.

L’uomo colpito era seduto a un tavolino fuori da un caffè quando è stato aggredito. L’aggressore gli ha provocato una ferita superficiale al petto. Le indagini restano al momento assegnate alla procura locale, perché in base alle verifiche finora condotte il fatto non è stato ritenuto di natura terroristica.

A Strasburgo è presente una importante comunità ebraica di circa 15mila ebrei francesi, equivalenti al cinque per cento della popolazione totale.

Nel marzo del 2012 le città francesi do Tolosa e Montabaun vennero scosse da una serie di attentati che costarono la vita a tre militari e quattro civili di religione ebraica.

In particolare il 19 marzo venne colpita la scuola ebraica Ozar Hatorah di Tolosa, che comprende alunni dagli 11 ai 17 anni. Nell’attacco venne ucciso un rabbino e professore della scuola, di 30 anni, e la figlia del preside, di 8 anni. Ferito anche un altro studente di 15 anni. Autore dell’attentato alla scuola di Tolosa Mohammed Merah, franco-algerino di 23 anni di fede musulmana.

(Foto da Twitter)

Immagine 1 di 2
  • Francia, ebreo accoltellato a Strasburgo da uomo che grida: "Allah Akbar" 3
Immagine 1 di 2

PER SAPERNE DI PIU'