Blitz quotidiano
powered by aruba

Francia, in spiaggia bagnini con la pistola contro Isis e terroristi

PARIGI – Via libera per le pistole ai bagnini francesi, che indosseranno appositi costumi da bagno con fondina integrata. L’iniziativa, cominciata questa estate, è nata per combattere gli attacchi terroristici sulle spiagge.

L’iniziativa, senza precedenti, arriva dopo l’assassinio di un poliziotto e della sua compagna nella loro abitazione a Magnanville, nord di Parigi, uccisi all’inizio di questo mese da Larossi Abballa, jihadista francese venticinquenne che aveva giurato fedeltà totale all’Isis. Quando la polizia ha fatto irruzione nella casa è riuscita ad uccidere l’assassino e a salvare il figlio di tre anni delle vittime.

Così come i bagnini, anche ai poliziotti sarà consentito portare a casa l’arma, visto l’alto livello di minaccia terroristica che minaccia il paese. Il collettivo degli ufficiali francesi ha accolto con soddisfazione la notizia, trovando la soluzione sicura per mantenere alto il livello di sicurezza, sia per per i turisti che per chi lavora.

Il portavoce del collettivo di poliziotti francese, Nicolas Comte, ha commentato così l’iniziativa: “E’ la prima volta che ai bagnini è permesso portare armi. Solitamente a luglio e agosto sono in costume, disarmati. Le armi verrano tenute in apposite custodie, adattate per il costume che indossano. I turisti, però, non devono temere. Non vedranno dei poliziotti con una pesante armatura, ma dei semplici bagnini. In questi giorni la polizia è l’obiettivo dei terroristi e questo serve ad assicurare che gli agenti siano pronti a rispondere ad un eventuale attacco”.